Archivio Categoria: Dischi

Album recensiti

Karine Germaix “Incandescence”

(Funiculaire asbl 2020) Così, così francese la belga Karine Germaix, che nell’EP “Incandescence” propone cinque brani intrisi di accordeon (da lei ben suonato) e spigoli parigini (Je brûle), Tutto molto sciccoso, in primis grazie alla sezione ritmica incalzante ed esistenzialista garantita da Flavio Maciel de Souza e dalla batteria di Didier Fontaine (Des mots crazy). […]

Ron Caines, Martin Archer Axis ‘Dream Feather’

(Discus Music 2020) ‘Les Oiseaux de Matisse’, album del 2019, mi aveva convinto moltissimo. Qui la band è quasi la stessa. Oltre ai due leader Ron Caines (sassofoni e composizioni) e Martin Archer (clarinetto basso, organo, elettronica, sezione di corni) il settetto è completato da Laura Cole al piano, Gus Garside al contrabbasso, Johnny Hunter […]

Zea + Oscar Jan Hoogland ‘Summing’

(Makkum / Paltenbakkerij / Klanggalerie 2020) Chitarra e campionatore per la one-man band Zea (Arnold De Boer), composizione istantanea e pianismo scavezzacollo per Oscar Jan Hoogland. Fra i due ci passan una ventina di anni. Oscar, Zea, prima se lo è beccato dal vivo in un festival al Paradiso di Amsterdam e la mattina dopo […]

Jac Berrocal / David Fenech / Vincent Epplay ‘Ice Exposure’

(Klanggalerie 2020) Versione CD con due brani in più del vinile edito dalla londinese Blackest Ever Black lo scorso anno. Un guazzabuglio paludoso e seducente, fra umori post-punk e spigoli jazz, l’arte dell’impro, materia concreta e stati d’alterazione. “Ice Exposure” e la seconda uscita per il french-trio composto da Jac Berrocal (classe 1946, tromba e […]

Udo Moll ‘Eniac Girls’

(World Edition 2019) Un salto nel passato alla riscoperta degli esordi dei calcolatori elettronici, in arte computer, negli Stati Uniti, attraverso il lavoro delle “Eniac Girls”, il gruppo di giovani donne che programmarono il computer ENIAC tra il 1946 e il 1948. Eniac fu il primo computer perfettamente funzionante basato su componenti elettronici. La macchina […]

Ivano Nardi Trio + 1 ‘Homage to Kandinsky’

(Poppyficio 2019) Lo storico batterista romano Ivano Nardi riunisce un quartetto (che cosa dovrebbe essere un ‘trio più uno’ se non un quartetto?) formato, oltre a lui (già compagno, tra gli altri, di Mario Schiano, Steve Lacy ed Evan Parker), da musicisti del calibro di Eugenio Colombo (sax e flauti), Roberto Bellatalla (contrabbasso) e nientepopodimeno […]

Kurt Weill ‘An European in Broadway’

(Da Vinci Classics 2020) Hamsa Irene Rinaldi possiede una voce vigorosa, nitida, graffiante all’occorrenza, molto versatile, con la quale interpreta in modo esemplare le bellissime canzoni che Kurt Weill scrisse per Broadway. ‘An European in Broadway’, è, senza dubbio, un bellissimo CD dedicato alle musiche del compositore tedesco naturalizzato statunitense, un percorso che ci presenta […]

Erik Satie ‘Hommage: Piano Music and Quartet Transcriptions’

(Da Vinci Classics, 2020) Erik Satie è senza dubbio una delle personalità più bizzarre e interessanti della scena musicale compresa tra la fine dell’Ottocento e i primi anni ’20 del Novecento in Francia. Artista eclettico e stravagante, amico di Debussy, animatore principale del Gruppo dei Sei insieme a Cocteau, esponente della corrente artistica del Dadaismo, […]

Felix Kubin / Ditterich Von Euler-Donnersperg ‘NNOI#1’

(90%Wasser 2020) Il Nnoi Camp si svolge ad una settantina di chilometri da Berlino, in mezzo ai boschi con un bel da farsi collettivo, ci si schioppa il coppino a forza di elettroacustica, roba rigirata, materia spintonata, ovvie intromissioni d’ambiente, mutanti pop alieni, cut-up d’apocalisse, aria buona, bela gente, del mangiar non saprei. Immagini, strutture […]

Berlin Art Quartet ‘live at b-flat’

(uniSono 2020) B-Flat, Berlino. Ognuno di noi, suppongo, ha i suoi locali musicali preferiti. Almeno per me è così, e il B-flat di Berlino è uno di questi. Preferivo la vecchia location in Rosenthalerstrasse, ma anche la nuova, proprio sotto la S-Bahn a due passi da Alexanderplatz, ha il suo perché. E il suo perché […]