Archivio Categoria: Dischi

Album recensiti

Daydream Three ‘The Lazy Revolution’

(Noja Records/Altipiani Records 2021) Quando sei appassionato di noise rock e non ti scrolli di dosso l’indie rock anni ‘90 e progetti di ascoltare questa musica anche quando sarai in casa di riposo e ti arriva a casa un cd come questo da recensire non puoi non saltare come un ragazzino a cui hanno regalato […]

(r) ‘Titan Arum a middle bipolar album by Fabrizio Modonese Palumbo’

(Cheap Satanism/Delete Recordings 2021) “Titan Arum” è il quinto disco di Fabrizio Modonese Palumbo, che si è circondato di un nutrito gruppo di amici internazionali e italiani. Le undici tracce in scaletta ruotano attorno ad un’elettronica sperimentale, che oscilla tra il disco-pop, esplosioni ed implosioni rumoriste e ballate, la cover di Leonard Cohen, Lullaby. Con […]

AA.VV. ‘Sparks Vol. II’

(Navona Records, 2021) Gli archi della Janáček Philharmonic Orchestra diretti da Stanislav Vavřínek e Jiří Petrdlík, sono, con le loro impeccabili esecuzioni, i protagonisti di ‘Sparks Vol. II’, una miscellanea di composizioni per orchestra d’archi. Scintille musicali, se vogliamo riconnetterci al titolo dell’album appunto, tra loro molto differenti, che prendono vita da ispirazioni diverse, come […]

Martin Archer, Charlotte Keeffe, Martin Pyne ‘Hi Res Heart’

(Discus 2021) Ispirata al trio di Leo Smith degli anni ’70 e più in generale allo stille AACM, la musica del molto ben assortito trio formato da Martin Archer (sassofoni, clarinetti, elettronica, flauto), Chartlotte Keefe (tromba e flicorno – spesso suonati con la sordina) e Martin Pyne (batteria, toy piano e vibrafono) è il risultato […]

Daniele Pecorelli ‘Ash Tapes’

(Anomala Soundscapes 2021) Elettronica anologico/digitale, nastri e loops trattati, onde radio, qualche corda e tasto di piano in rado sgocciolio. Sei piani sequenza in scorrimento lento che se ne fregan del tempo, minimalismo ambientale di sereno tepore che si distende e non sfilaccia. Che non s’affoga isolazionista ma svapora in un passionale bouquet di memorie […]

Aa.Vv. ‘PRISMA Vol. 5’

(Navona Records, 2021) Prosegue l’interessantissimo progetto discografico dedicato alla musica contemporanea per Orchestra Sinfonica, come sempre ottimamente inciso dalla Janáček Philharmonic Orchestra diretta da Stanislav Vavřínek e Jiří Petrdlík, con la nuova uscita dal titolo ‘PRISMA Vol. 5’. Alexis Alrich, William Copper, Kevin McCarter, Lawrence R. Mumford, Samantha Sack, Katherine Saxon e Anthony Wilson, sono […]

Juan De Lienas ‘Vespers’

(Navona Records, 2021) L’ensemble di musica antica più famoso di Chicago, il Newberry Consort, diretto dal soprano Ellen Hargis, presenta ‘Vespers’ ‘Music From The Convento De La Encarnación, Mexico City’, che celebra la musica, riscoperta per l’occasione ed incisa per la prima volta, di Juan De Lienas, misterioso compositore messicano del diciassettesimo secolo, ancora poco […]

String Noise ‘A Lunch Between Order and Chaos’ – Eric Lyon, String Noise ‘Giga Concerto’ – String Noise ‘Alien Stories’

(Chaikin Records 2021) (New Focus Recordings 2021) (Infrequent Seams 2021) Il duo di violinisti String Noise (formato dalla coppia Conrad Harris e Pauline Kim Harris) rivisita in chiave avant-punk lo stile classico. Recentemente ha dato vita, con altrettante labels, a tre interessanti album. In ‘A Lunch Between Order and Chaos’ il duo si presenta come […]

Riccardo Sinigaglia & Sergio Armaroli ‘TECRIT2LIVE’

(Da Vinci Classics 2021) TECRIT è il nome del progetto messo in piedi da Riccardo Sinigaglia (pianoforte, sintetizzatori, flauti) e Sergio Armaroli (vibrafono, marimba, percussioni), musicisti con una vasta gamma di esperienze e conoscenze, che toccano anche gli ambiti delle arti visive e dell’architettura. Questa incisione Da Vinci testimonia una loro performance dal vivo che […]

Matt Weston ‘Four Lies In The Eavesdrop Business’

(7272 Music 2021) Torna lo statunitense batterista/percussionista/compositore/spippolatore elettronico, Matt Weston, in goduriosa formula, doppio vinile. L’artwork propone sfumature jazz-noir che l’occhio accoglie, l’orecchio riceve trattamento diverso. Si apre We Are Armed ed una prima sfrullinata vien data, stasi sinistra che poi sbroda in danza per orsi, a proseguir, ingrippi dì elettronica che par un rotolare […]