Archivio Autore: Alessandro Bertinetto

Pierre Boulez Philippe Manoury ‘Le Marteau sans maître B-Partita’ 

(col legno 2019) L’album contiene due opere: la prima, Le marteau sans maître di Pierre Boulez è uno dei capolavori della Neue Musik novecentesca. Composta nel 1955, evoca con strumenti e voci la poesia di René Char (del 1954), anima tra le più significative del surrealismo europeo. Il fascino della composizione del trentenne compositore è […]

Angelo Olivieri ‘Other Colors’

(Aut Records 2020) Interpretazioni di brani d’autore (Vashkar e Ida Lupino di Carla Bley che rispettivamente aprono e chiudono l’album, e Lonely Woman di Ornette Coleman), una versione particolare del tradizionale The House of the Rising Sun, resa celebre, tra gli altri, dagli Animals, due brani firmati da Angelo Olivieri, e tre Dialogues, numerati progressivamente […]

Francesca Naibo ‘Namatoulee’

(Aut Records 2020) L’album d’esordio di Francesca Naibo è un disco solista in cui la chitarrista veneta coniuga la musica colta della tradizione europea e l’improvvisazione di estrazione afroamericana, o più semplicemente di tradizione folk. Già collaboratrice di Marc Ribot e George Lewis, la giovane musicista di Vittorio Veneto, milanese d’adozione, propone una musica di […]

V.A. ‘Les Espaces Électroacoustiques II’

(col legno music 2019) L’etichetta viennese pubblica un doppio cd, da intendersi come la continuazione dell’album ‘Les Espaces Électroacoustiques I’ pubblicato nel 2016, che presenta alcuni tra i contributi più significativi della musica elettroacustica della tradizione colta europea della seconda metà del XX secolo. Informato da un interesse storico e filologico basato sui materiali dello Studio […]

Dipace Massaria Gallo Faraò ‘Collera City’

(Aut Records 2020) Dischi come questi mi fanno pensare che Aut Records stia imponendosi come una nuova ECM. Certo spesso più ruspante e sanguigna. Ma in questo album dedicato al recentemente scomparso Cecyl Taylor non abbiamo solo idee, improvvisazioni e interplay di grande caratura, ma anche suoni cristallini, molto curati, ariosi, incisivi, limpidi. Il piano […]

Dalia Donadio ‘Poem Pot Plays Pantano’

(Wide Ear Records 2020) Elegante l’album della cantante Dalia Donadio pubblicato dall’etichetta svizzera Wide Ear Records. Le liriche del poeta svizzero-siciliano Daniele Pantano, musicate dalla cantante, sono tutte riportate in un apposito pieghevole e favoriscono un ascolto consapevole. Sono brani cantautoriali d’autore, anzi d’autrice; ballate folk-jazz, con sprazzi intensi d’improvvisazione, in cui la voce di […]

Anastasios Savvopoulos “Azure” ‘Ebbs And Flows’

(Aut Records 2020) Il timbro del sax tenore di Peter Ehwald sembra dover molto a un maestro come Joe Henderson e le sue improvvisazioni sembrano talvolta abbeverarsi alla fontana di Chris Potter (e anche al free moderno). Ma il quartetto senza basso Azure, capitanato dal chitarrista (e compositore) Anastasios Savvopoulos, che pur lasciando spesso la […]

Michaela Antalová ‘nethuns: music for 14 – piece ensemble’

(Dugnad Records 2020) L’articolazione strutturale di questo lungo brano (38 minuti) della batterista e compositrice slovacca Michaela Antalová per un’orchestra di 14 elementi eseguita dall’ensemble norvegese Ojkos (la cui formazione di 11 strumenti è integrata per l’occasione da arpa, violino e sassofono contralto) sembra piuttosto tradizionale e, almeno al principio, sembra scorrere placida nell’alveo del […]

Manuel Zurria ‘Again & Again’

(Ants Records  2020) Il flautista italiano Manuel Zurria propone questo lungo doppio album il cui titolo coglie perfettamente l’essenza dell’operazione. I brani interpretati, alcuni lunghissimi, altri discretamente brevi, sono composizioni – in molti casi ri-arrangiate per flauto/i, a volte supportato/i da altri strumenti tutti suonati da Zurria (in particolare effetti, percussioni, percussioni giocattolo)- di esponenti, […]

Rumore Austero ‘Macro Asilo’, ‘Officine Zero’

(Rumore Austero 2020) Il duo formato da Marco Carcasi (percussioni, effetti) e Giordano Giorgi (chitarre) è attivo ormai da diversi anni, soprattutto dalle parti di Roma, e propone un’arte sperimentale che coniuga la sound art di matrice rumoristica e la performance art, spesso in collaborazione con altri artisti. La performance al Macro Asilo di Roma […]