Archivio Autore: Luciano Feliciani

Martin Kohlstedt ‘Flur’

(Warner Classics Music, 2020) ‘Flur’ è un lavoro intimo su se stessi, sulla propria solitudine dovuta al forzato lockdown sanitario, un fluire di musiche per solo piano composte nell’intimità della propria casa, liberi da influssi esterni e circondati dal silenzio. Martin Kohlstedt compositore tedesco, esponente di punta della new modern classic crea così le nuove […]

Vincenzo Paratore, Manuela Cigno ‘Daybreak, Contemporary Music for Trombone and Piano’

(Da Vinci Classics, 2020) E’ molto raro trovare dischi interamente dedicati ad opere ‘classiche contemporanee’ per Trombone e Pianoforte. L’ultimo CD uscito per la Da Vinci ha come protagonista Vincenzo Paratore, primo Trombone nell’Orchestra del Teatro Massimo “V. Bellini” di Catania, e solista di grande caratura che ha collaborato con numerose importanti orchestre sinfoniche, accompagnato […]

Gabríel Ólafs ‘Absent Minded Reworks’

(One Little Independent Records/Audioglobe, 2020) ‘Absent Minded Reworks’ è l’ultimo lavoro discografico del talentuoso pianista islandese Gabríel Ólafs. Si tratta di una rivisitazione del suo primo album attraverso la sensibilità musicale di numerosi altri musicisti del panorama della new modern classic, che donano nuova vita alle composizioni pianistiche di Ólafs. Niklas Paschburg, Hugar, Masayoshi Fujita, […]

Tristan Perich ‘Drift Multiply’

(New Amsterdam and Nonesuch Records, 2020) Tristan Perich esponente dello sperimentalismo contemporaneo, è principalmente conosciuto per l’utilizzo della 1-bit Music, che si ispira alla semplicità matematica dell’alternarsi di 0-1 come il codice binario. Utilizzando strumenti acustici come i violini, in questo caso specifico 50, insieme a 50 altoparlanti (loudspeaker) elettronici collegati ad un circuito stampato […]

Kyle Dixon & Michael Stein ‘Stranger Things’

(Lakeshore Records, Invada Records, 2020) Chi, come il sottoscritto, ha vissuto, seppur in giovane età, gli anni ’80 non può non innamorarsi della avvincente serie Netflix dei Duffer Brothers Stranger Things, con i suoi nostalgici rimandi ai gadget, all’abbigliamento e alle ambientazioni di quel particolare decennio del novecento. Kyle Dixon & Michael Stein ne firmano […]

Virgil Thomson, ‘Portraits, Self-Portraits and Songs’

(Everbest Music Media, 2020) Virgil Thomson fu un compositore straordinario e un grande critico musicale che contribuì in maniera definitiva all’affermazione del linguaggio musicale propriamente americano. Nato nel 1896, si trasferì a Parigi durante i ‘magnifici anni ‘20’ venendo a contatto con i più grandi musicisti europei del periodo, stringendo un forte legame con Gertrude […]

Henrik Lindstrand ‘Nordhem’

(One Little Independent Records/Audioglobe, 2020) Intimo, consolatorio, evocativo, sono aggettivi che si addicono molto bene a ‘Nordhem’, ultimo album pianistico di Henrik Lindstrand. Il compositore svedese, che vanta numerose importanti collaborazioni, (tra cui spicca quella con David Bowie), membro dei Kashmir ed molto attivo nella composizione per il cinema, si cimenta nel suo terzo album […]

Norman Dello Jojo ‘The Trial At Rouen’

(BMOP/sound 2020) Allievo di Bernard Wagenaar alla Julliard School, e in seguito di Paul Hindemith Norman Dello Jojo, (pseudonimo di Nicodemo DeGioio, perché di origine italiana) ereditò dal suo maestro uno stile di composizione prettamente neoclassico, che ne fece uno dei compositori americani più interessanti e richiesti in quel periodo. Collaborò, infatti, spesso con la […]

Aziza Mustafa Zadeh ‘Generations’

(Jazziza Records, 2020) Figlia d’arte del geniale pianista jazz Vagif Mustafa Zadeh e della bravissima cantante Eliza Mustafa Zadeh , la cui carriera solistica lirica sfocia e si rivela in quella fusion-jazz quale prima voce a cantare nello stile ‘Jazz-Mugham’ (singolare fusione di stili che crea un connubio tra il jazz occidentale e il mugham, […]

Lambert ‘False’

(Mercury KX, 2020) Un lavoro singolare, ricco di collaborazioni con altri artisti, nel quale si attraversano i confini di differenti generi musicali e si sperimenta una grande varietà e ricchezza di suoni elettronici; un disco in cui prendono vita suggestioni ed atmosfere molto particolari, pervaso ora di inattese e incessanti pulsazioni ritmiche, ora di tappeti […]