Archivio Autore: Filippo Focosi

Carlo Alessandro Landini ‘Cello Sonatas Nos 1&2’

(Da Vinci Classics 2023) Carlo Alessandro Landini, compositore italiano nato nel 1954, è noto per la sua predilezione verso forme estremamente estese (specie nelle sonate per pianoforte: la N. 5, ad esempio, si avvicina alle tre ore di durata). Una caratteristica, questa, che si può rinvenire anche nella sua attività (altrettanto interessante) di saggista: il […]

Paul Wertico ‘Drums Without Boundaries’

(Da Vinci Classics 2023) Questa recente uscita della Da Vinci Classics è un vero e proprio inno alla contaminazione e alla fusione di generi e stili musicali diversi, al punto che avrebbe potuto anche trovare collocazione nell’altra collana della casa discografica di Osaka, vale a dire la Da Vinci Jazz. Protagonista di questo Cd è […]

Ghost Train Orchestra and Kronos Quartet ‘Songs and Symphoniques: The Music of Moondog’

(Cantaloupe Music 2023) Personaggio unico e inimitabile, il musicista e compositore statunitense Moondog, all’anagrafe Louis Thomas Hardin (1916-1999), ha scritto un gran numero di composizioni, per lo di più di breve durata, cimentandosi con i generi del pianoforte (o organo) solista, della musica da camera o sinfonica – le sinfonie, alquanto poco convenzionali, da lui […]

Intervista con David Harrington, violinista e fondatore del Kronos Quartet

Il Kronos Quartet è una delle formazioni cameristiche più innovative e influenti nell’ambito della musica contemporanea. Il quartetto si è formato nel 1973 per suonare l’opera Black Angels di George Crumb. Dal 1978 fino al 1999 la formazione comprendeva il violinista e fondatore del gruppo, David Harrington, insieme a John Sherba (violino), Hank Dutt (viola), […]

Interview with David Harrington, violinist and founder of the Kronos Quartet

The Kronos Quartet is one of the most innovative and influential chamber ensembles in contemporary music. The quartet was formed in 1973 to play George Crumb’s Black Angels. From 1978 until 1999 the line-up included the violinist and founder of the group, David Harrington, along with John Sherba (violin), Hank Dutt (viola), and Joan Jeanrenaud […]

Leonardo Barbadoro ‘Musica Automata’

(Helical 2023) Le circostanze che mi hanno portato alla scoperta di “Musica Automata” sono piuttosto singolari. Un pomeriggio di un paio di mesi fa, mi trovavo all’Università di Macerata ad assistere a una lezione-concerto del grande pianista iraniano Ramin Bahrami, il quale, tra un preludio e una fuga di Bach, ammoniva i presenti a non […]

Avalokite Duo ‘The Spirit of Melody: A Homage to Bernard Andrès’

(Da Vinci Classics 2023) Giunti ormai alla loro quarta uscita discografica, la prima per la Da Vinci Classics, l’Avalokite Duo – al secolo, Guido Facchin alle percussioni e Patrizia Boniolo all’arpa – propone all’ascolto un repertorio quantomai variegato e interessante, incentrato sulla figura (nota soprattutto agli amanti dell’arpa) del compositore francese Bernard Andrès (nato nel […]

Fulvio Caldini ‘I colori del cuore’

(Da Vinci Classics 2023) Compositore italiano classe 1959, Fulvio Caldini è il protagonista di questa nuova uscita discografica della Da Vinci Classics con una selezione di composizioni per flauto dolce e pianoforte, suonati magistralmente da due giovani musicisti giapponesi, vale a dire (rispettivamente) Hidehiro Nakamura e Naruhiko Kawaguchi. Si tratta di composizioni costituite tutte da […]

Evan Ware ‘The Quietest of Whispers’

(Neuma Records 2023) A ulteriore riprova della vivacità della produzione contemporanea americana per compagini orchestrali, giunge questa nuova pubblicazione della Neuma Records, che ci presenta le prime due sinfonie del compositore (nonché teorico della musica) Evan Ware, scritte tra il 2014 e il 2019. Nessuno dei due lavori segue lo schema formale classico della sinfonia, […]

Anna Castellari ‘Hidden Treasures: Harp Sonatas in Exile’

(Da Vinci Classics 2023) Sono ormai diversi anni che l’arpa sta conoscendo una sorta di rifioritura nel panorama della musica cosiddetta colta, tanto che si può parlare a tutti gli effetti di una “harp reinassance”. Limitandoci al territorio italiano, a partire dall’intenso lavoro di valorizzazione del repertorio contemporaneo, e di quello classico meno conosciuto, compiuto […]