Archivio Categoria: Dischi

Album recensiti

Barabba ‘Primo Tempo’

(Autoproduzione 2022) Nelle contorsioni dell’oggi, Barabba si trova stretto e a disagio. S’interroga, osserva, chiede, vorrebbe, ma poi quel che cerca non lo trova mai. Jonathan Lencinella, Riccardo Franconi e Nicola Amici, di tanto bruciare nel corso degli ultimi due decenni (Guinea Pig, Lebowski, Jesus Franco e The Drogas, Kaouenn, Butcher Mind Collapse, Lazzaro e […]

Nonono Percussion Ensemble ‘Excantatious’

(Setola Di Maiale 2021) Registrata al Teatro San Leonardo di Bologna nel Febbraio 2019, questa improvvisazione fra i tre musicisti, viaggia che è una meraviglia. Gino Robair, Cristiano Calcagnile e Stefano Giust, ad armeggiare con percussioni, elettronica, lastre metalliche elettrificate, piano preparato, drumtable guitar e piatti. Un piano sequenza di intonati contrasti sparsi e organica […]

The Breakbeast ‘Monkey Riding God’

(Overdrive 2021) Due ex Ulan Bator, Sergio Pomante (anche nei Sudoku Killer e String Theory) e Mario Di Battista, (anche ne La Mala Sementa), con Alessandro Vagnoni (Bologna Violenta e Ronin) hanno messo su questo progetto musicale esplosivo. Il trio, infatti, si esprime con una miscela eccitante, di funk, post-punk, hip-hop, noise, pop, hardcore e […]

Harriet Riley & Alex Garden ‘Sonder II’

(Riley&Garden Bandcamp 2022) A poco più di un anno di distanza dalla pubblicazione del loro album di esordio, il duo formato da Harriet Riley (vibrafono) e Alex Garden (violino) torna con questo secondo capitolo del progetto “Sonder”, mantenendo intatte le caratteristiche che già lo rendevano così appetibile e intrigante, e anzi affinandole e arricchendole sia […]

Aidan Baker ‘True Dreaming (To Bend The World)’

(Dissipatio 2021) Sei brani di vaporizzazioni chitarristiche (acustica / elettrica) e un filo di voce. Che nella prima parte, viaggia su ali sensibili e delicate per poi sporcarsi di metallo sfregato in, Drawing Doors In Places Where The Walls Are Thin, parole e caos trattenuto in Something Opens In My Head. Con l’opener The Permeable […]

Senyawa ‘Alkisah’

(Artetetra/Communion 2021) Come dire, meglio tardi che mai, il disco è uscito l’anno scorso in piena pandemia, ma quest’opera del duo indonesiano Senyawa, composto da Wukir Suryadi e Rully Shabara, era ed è un evento assolutamente da raccontare nei lidi kathodici. Senyawa, alla sua seconda decade di attività, esce con questo album intitolato ‘Alkisah’, che […]

Chris Campbell ‘Orison’

(Innova Recordings 2021) La nuova opera del produttore e compositore Chris Campbell, composta nell’arco di anni di ricerca, giunge ora su disco, e vede nella formazione impegnata nell’esecuzione, e intitolata Orison Ensemble, i membri della St. Paul Chamber Orchestra, il batterista di The Bad Plus, Dave King e il violinista Todd Reynods. Dalle parole del compositore […]

Noci Saxophone Pool ‘Noci Saxophone Pool’

(New Model label 2021) Noci, paese in provincia di Bari, è luogo di riferimento per la musica sperimentale e di ricerca, avendo peraltro ospitato nell’ultimo decennio del millennio scorso l’Europa Jazz Festival. Il Noci Saxophone Pool (Marco Colonna – sax baritono, sax sopranino-; Gianni Console – sax alto, sax baritono, tubo in ottone, mega chup […]

Lyatoshynsky, Silvestrov, Poleva ‘Ukrainian Piano Quintets’

(Naxos 2021) Uno dei tanti meriti dell’etichetta americana Naxos è quello di aver portato a conoscenza degli appassionati di musica una gran quantità di opere appartenenti a tradizioni musicali non tra le più comunemente battute, riportando all’attenzione lavori pregevoli ma poco conosciuti ai più, e proponendo percorsi d’ascolto inediti e affascinanti. Tale è il caso […]

Pess ‘You can Make Hamburger Yourself’

(Aagoo 2001) I Pess sono un duo giapponese nato a Tokyo tre anni fa. I due componenti, Mitsuomi e Haruka si sono conosciuti online, grazie alla scoperta che entrambi amano la band Citrus, una delle band che fa parte di Shibuyakei, un movimento sottoculturale presente negli anni ’90 in Giappone. Con questo disco esordio il […]