Archivio Autore: Vittorio Lannutti

Not Moving ‘Live in The Eighties’

(Go Down 2021) La Go Down pubblica una preziosissima raccolta live del gruppo capeggiato da Dome La Muerte e da Lilith. Per chi non li conosce i Not Moving sono stati uno dei più importanti gruppi di garage-punk degli anni ‘80 in Italia e non solo. Nel 2005 uscì una prima versione di questo live […]

Samba Touré ‘Binga’

(Glitterbeat 2021) Il nuovo lavoro del musicista maliano è il più personale e coinvolgente che abbia fatto finora. Il concetto di personale non va inteso come qualcosa che riaguarda esclusivamente la sua persona, ma la sua terra e la storia del Mali. Binga, infatti, è la regione che comprende il vasto spazio al di sotto […]

Amerigo Verardi ‘Un sogno di Maila’

(The Prisoner Records 2021) “Un sogno di Maila” è il nuovo lavoro del cantautore brindisino a distanza di cinque anni dal precedente “Hippie Dixit”. Lo stile di Verardi è sempre quello di un cantautorato onirico che si sposa molto bene con la psichedelia e con le reminiscenze sonore delle sonorità più in voga oltre cinque […]

Primal Age ‘Masked Enemy’

(WTF 2021) I francesi Primal Age portano avanti fieramente l’etica hardcore da poco meno di vent’anni, con testi nei quali criticano la società e manifestando i principi del vegetarianesimo, dei diritti degli animali, dell’ecologismo e soprattutto della denuncia dell’iperconsumismo e dell’abuso del potere. In altre parole si tratta di un bel gruppo di anarchici old […]

Dinosaur Jr ‘Sweep It Into Space’

(Jagjaguwar/Goodfellas 2021) Anni fa qualcuno cantava ‘the old same blues’. Per coloro che hanno vissuto i loro vent’anni negli anni ‘90 il blues era rappresentato dall’andatura slacker dei Dinosaur Jr e dai tanti epigoni internazionali e italiani. Per cui ascoltare l’ennesimo disco del trio del Massachusetts fa bene alla psiche di questi attempati appassionati di […]

Bodoni ‘Domestik Violence’

(Autoprodotto 2021) Sono fuori tempo massimo i Bodoni perché suonano il grunge più sanguigno, viscerale e tradizionale? Assolutamente no! Al diavolo le pose e le mode, evviva coloro che suonano liberamente ciò che vogliono anche se si tratta di un genere che ha avuto la massima esplosione fino a circa 25 anni fa. A tre […]

Magnet Animals ‘Fake Dudes’

(RareNoise Records 2021) A quattro anni dall’ottimo debutto, “Butterfy Killer”, i Magnet Animals pubblicano questo secondo lavoro, registrato necessariamente a distanza, causa Covid-19. Si tratta anche in questo caso di una bella manciata di brani caratterizzati da un post rock/jazz/postcore che fanno da tappeto a spoken word/poetry. Il disco, come si può evincere dallo stesso […]

Three Layer Cake ‘Stove Top’

(RareNoise Records/Goodfellas 2021) I Three Layer Cake sono un trio formato da Mike Watt (Minutemen, fIREHOSE, Iggy and the Stooges) al basso, Mike Pride alla batteria e Brandon Seabrook (tra gli altri Nels Cline e Seabrok Power Plant) alla chitarra. Il disco, nato durante la pandemia e registrato, per ovvi motivi, a distanza, spazia tra […]

Kong ‘Snake Magnet’

(À tant Rêver du Roi 2021) Dopo essersi riformati i Kong, nel 2009 hanno pubblicato questo straordinario disco. Si tratta di dieci brani rocamboleschi in cui punk, noise, industrial e post grunge sono miscelati in maniera estremamente efficace. Pensate agli Shellac che sul palco litigano a suon di staffilate noise, con basso pulsante e batteria […]

And the Bear ‘This is darkness I used to tape’

(Valvolare Records/MAUI Garage Studio 2021) Dietro il nickname And The Bear si cela il francese, trapiantato nelle Marche, Alex Manuel, che dopo aver partecipato a diversi gruppi e ad aver suonato per film ha deciso di esordire da solo con questo progetto. ‘This is darkness I used to tape’ si differenzia notevolmente dall’ottimo post rock […]