Archivio Tag: Merzbow

Intervista con Christina Ward, curatrice della casa editrice statunitense Feral House

Incontro numero 7, dedicato a far conoscere ai lettori di Kathodik chi si occupa di promuovere un discorso di critica musicale nell’editoria italiana e internazionale. Il primo incontro è stato con Marco Refe della Edizioni Crac di Falconara Marittima (qui). Il secondo incontro è stato con il professore Luca Cerchiari, curatore della collana ‘Musica Contemporanea’ […]

Interview with Christina Ward, Editor of the US publishin house Feral House

Meeting number 7, dedicated to introducing Kathodik readers to those involved in promoting a discourse of music criticism in Italian and international publishing. The first meeting was with Marco Refe of Edizioni Crac in Falconara Marittima (here). The second meeting was with Professor Luca Cerchiari, editor of the ‘Musica Contemporanea’ series of Mimesis Edizioni (here). […]

Merzbow, Mats Gustafsson, Balás Pándi ‘Cuts Open’

(RareNoise Records/Goodfellas, 2020) Merzbow aka Masami Akita, sperimentatore giapponese con oltre 400 album all’attivo, torna sul luogo del delitto con Mats Gustaffson e Balás Pándi, sassofonista svedese e batterista ungherese, anche loro prodighi quanto a spericolate incursioni nei territori del free/noise. ‘Cuts Open’ è il loro terzo album, seguito di ‘Cuts’ (2013) e ‘Cuts of […]

Merzbow, Keiji Haino, Balazs Pandi ‘Become The Discovered, Not The Discoverer’

(RareNoise Records/Goodfellas 2019) Dopo “An Untroublesome Defencelessness” del 2016, il trio composto dalla leggenda del noise giapponese Merzbow (Masami Akita), dal connazionale Keiji Haino e dal batterista ungherese Balazs Pandi, pubblica un secondo travolgente e sconvolgente lavoro. I tre artisti, che hanno già collaborato in altri progetti musicali, ma non tutti insieme, anche in quest’occasione […]

Merzbow-Keiji Haino-Balazs Pandi ‘An untroublesome defencelessness’

ù La musica contemporanea va decostuita, frammentata, scomposta, per poi creare nuovi sounds, generi e tendenze. Non so se Merzbow, Keiji Haino e Balazs Pandi avessero questo intento nel momento in cui hanno pensato di comporre “An untroublesome defencelessness”, tuttavia, la sensazione/riflessione che suscita è questa. Il trio ha tutte le carte in regola per […]