Archivio Tag: Marco Loprete

James Caldwell ‘Pocket music: concrète miniatures 1998-2020’

(Neuma Records 2021) James Caldwell è uno che il sound ce l’ha in tasca, e non è un modo di dire. Le fonti sonore originarie delle piccole pieces di musique concrète contenute in ‘Pocket music’ sono oggetti che teneva in tasca: monete, chiavi, elastici, quadernetti, portapillole di plastica. A questi si sono via via aggiunti […]

AA. VV. ‘Exotic ésotérique Vol. 3’

(Artetetra 2021) Tra Ciprì e Maresco ed Harmony Korine. La provincia meccanica (le Marche “sporche”) e il weird più scintillante. Artetetra, ironicamente, di tetro non ha nulla, nonostante il sottoterra (underground) profondissimo in cui l’etichetta milanese d’adozione spulcia, alla ricerca di future sounds surreali, grotteschi, comicamente impegnati a ribadire la diversità, l’estraneità (istintiva, prima che […]

Tiziano Popoli ‘Burn the Night / Bruciare la Notte: Original Recordings, 1983-1989’

(RVNG Intl. / Freedom To Spend 2021) Tiziano Popoli è tra gli eroi perduti della new wave italiana. Non quella che guardava ai Duran Duran (ma era new wave, poi?), tantomeno ai Joy Division, piuttosto quella sottilmente inquieta, prima che avanguardistica, del Bowie berlinese, e poi certo anche alle avanguardie, Reich, Glass ecc., ma con […]

Mouse And Sequencers ‘Didactic Music’

(Backwards, 2020) Alla voce “elettronica sognante” sta ‘Didactic Music’ di Mouse and Sequencers, alias Nicola Giunta, sperimentatore siciliano già Lay Llamas. Diciassette tracce contese tra kosmiche music (Ancient Chants), ambient (The World of the Ants, Unmapped Islands), folktronic (Down Into the Black Hole, Rationalist Architecture), hauntology stile Boards of Canada (Nuclear Fallout). Non mancano blues […]

Fabio Orsi ‘Di lumi e chiarori’

(Backwards, 2020) Titolo crepuscolare, cover mediterranea, suoni sintetici. In ‘Di lumi e chiarori’, il tarantino Fabio Orsi ha cesellato otto lunghe tracce (la più breve dura 11 minuti!) all’insegna di un mix impeccabile di ambient ed elettronica berlinese. Rispetto alle produzioni precedenti, il sound è più pulsante e melodico, malgrado permanga intatta la passione per […]

L’Exotighost ‘La Ola Oculta’

(Everlasting Records, 2019) Emilio Salgari scrisse le sue storie di isole selvagge e tesori perduti senza allontanarsi mai da Torino, nutrendo la fantasia con i libri e le mappe della biblioteca civica centrale. Sergio Leone era romano de Roma, il massimo del far west che avesse bazzicato prima della “trilogia del dollaro” erano i film […]

Giuliano Ciao ‘Flavio Giurato. Le gocce di sudore più duro’

(Crac Edizioni, 2020) Edito da Crac Edizioni, ‘Flavio Giurato. Le gocce di sudore più duro’ è un saggio, biografia, “archeologia di un cantautore perduto”. Figlio di un diplomatico, fratello del gaffeur nazionalpopolare Luca e del regista Blasco, Giurato è per molti, anzi pochi, il segreto meglio custodito del cantautorato italiano. Sparse in sei dischi pubblicati […]

Fabio KoRyu Calabrò (con Carlo Pedini e Orchestra Suonosfera / Polifonica Pievese) ‘Abbi Strada’

(I Dischi della Vetrocipolla 2020) Chiedersi il senso di tutto, direbbe uno psicologo, è una strategia disadattiva. Vero è, però, che qualche domanda occorre pur farsela di tanto in tanto, soprattutto quando si parla di progetti artistici. Nel caso di ‘Abbi Strada’, si fa fatica a trovare una ragione d’essere che vada oltre l’omaggio personale. […]

Kunta Klimt ‘Semilavorati’

(Concrete Records 2020) Semilavorato: “prodotto che ha subìto una lavorazione e costituisce lo stadio intermedio per ulteriori lavorazioni”. La definizione è della Treccani, e allude a una fase transitiva ma perfetta, a un progetto compiuto in nome dell’incompiutezza. Come la sperimentazione sintetica di Kunta Klimt, geometrica e aperta a ulteriori sviluppi. Il groove è sporco […]

Yannick Chayer ‘Gebilde’

(Small Scale Music, 2020) Yannick Chayer, canadese, è un dilettante di talento. Poliedrico, spazia dall’arte plastica all’illustrazione alla musica con la leggerezza sfrontata del novizio. Lo specialismo, del resto, è una delle malattia della nostra epoca, oltreché una noia mortale. Niente di meglio, dunque, che mescolare le carte. ‘Gebilde’ è il titolo del suo ultimo […]