Archivio Tag: grunge

Thing Mote ‘Robokiller’

(Cabezon Italy 2020) “Robokiller” è il primo lungo sulla lunga distanza dei veronesi Thing Mote, band veronese nata nel 2006 e con alle spalle una bella manciata di Ep. In questo esordio, il quartetto veneto, vuole comunicare la preoccupazione per l’eccessivo uso della tecnologia. Questo concetto, in altre parole, è l’anello di congiunzione delle dieci […]

New Primals ‘Horse girl energy’

(Learning curve 2020) “Horse girl energy” è l’esordio dei New Primals, trio di Minneapolis che si esprime con un nu-metal-punk-noise-grunge vorticoso e che non fa sconti a nessuno. In mezz’ora il trio mette in fila dieci brani carichi all’inverosimile taglienti, aggressivi e tesi. La tensione, infatti, è il tema portante di questo lavoro, questa, infatti, […]

BEESUS ‘3eesus’

(Go Down/More Fuzz/New Sonic 2020) Nati nove anni fa, i BEESUS hanno subito diversi cambi di formazione. Tuttavia, sono riusciti a pubblicare questo terzo lavoro. In linea con la radici psichedeliche e stoner, “3eesus” si differenzia dal precedente “Sgt. Beesus… And The Lonely Ass Gangbang!”, che virava più verso il punk, dato che quest’ultimo è […]

Pearl Jam ‘Gigaton’

(Monkeywrench/Republic Records 2020) All’inizio del libro di Simone Dotto ‘Pearl Jam. Still Alive. Testi commentati’ (2014) vengono riportate due dichiarazioni sulla band di Seattle che recitano, rispettivamente: ‘In un certo senso i Pearl Jam mi sembrano più vecchi di me’ (Neil Young), e: ‘La prospettiva dei Pearl Jam è umanistica, rincuorante, coinvolgente e quindi profondamente […]

Willy Wonka Was Weird ‘022016032019’

((R)esisto 2019) Dietro il moniker Willy Wonka Was Weird si cela Paolo Modolo, che in passato ha militato negli Anarcotici ed è attualmente membro degli In My June. Questo lavoro, dal titolo decisamente originale, era stato inizialmente pensato per il figlio appena nato, ma poi, strada facendo, Modolo ha pensato di pubblicarlo. Ben fatto, perché […]

Repetitor ‘Gde ćeš’

(Moonlee 2016) A Quattro anni dal precedente lavoro i serbi, da Belgrado, Repetititor, tornano in pista con un nuovo travolgente disco. Questo trio si esprime con un post-rock con intriganti e perverse derivazioni noise, che in qualche occasioni sfociano nel grunge nirvaniano. Cantano in serbo, ma il sound è profondamente indie-rock Usa a partire da […]