Archivio Autore: Marco Paolucci

Franco Fabbri ‘Non è musica leggera’

Franco Fabbri, è una figura cardine, sia nazionale che internazionale, degli studi sulla Popular Music. Ha partecipato alla alla fondazione della Iaspm (International Association for the Study of Popular Music), di cui è stato anche presidente, ha rivestito i panni di docente di materie afferenti alla Popular Music, per diverse università e conservatori italiani e […]

Intervista con il trombettista, multistrumentista, compositore e improvvisatore Wadada Leo Smith

Wadada Leo Smith è una delle figure chiave della musica jazz e contemporanea americana. Trombettista, multistrumentista, compositore, e improvvisatore, con le sue produzioni ha lasciato e continua a lasciare un segno importante nel campo della musica creativa. E’ stato membro della storica AACM (Association for the Advancement of Creative Musicians), associazione nata negli anni ‘60 […]

Interview with the trumpeter, multi-instrumentalist, composer, and improviser Wadada Leo Smith

Wadada Leo Smith is among the key figures in American jazz and contemporary music. Trumpeter, multi-instrumentalist, composer, and improviser, with his works he has left, and he is still tracing, an important mark in creative music. He was a member of the historical AACM (Association for the Advancement of Creative Musicians), an association founded in […]

Naïssam Jalal & Rhythms of Resistance ‘Un autre monde’

(Les Coleurs Du Son Records 2021) La flautista jazz franco-siriana Naïssam Jalal esce con un doppio album intitolato ‘Un autre monde’ composto dal primo cd registrato in studio con il quintetto Rhythm of Resistance, e dal secondo cd registrato dal vivo con l’Orchestra Nazionale di Bretagna diretta da Zahia Ziouani. Lo scopo dell’opera, leggiamo dalla […]

Various Artists ‘Indaba Is’

(Brownswood Recordings/Goodfellas Dischi 2021) Ritorna la Brownswood Recordings con un’altra compilation, questa volta dedicata a fotografare la scena attuale del jazz in Sud Africa. Il progetto curato dai musicisti Thandi Nthuli e Siyabonga Mthembu della band The Brother Moves On, presenta una panoramica di quello che si si muove e si suona in questa parte […]

Intervista ad Edmondo Filippini fondatore, presidente e direttore artistico della Da Vinci Publishing

La Da Vinci Publishing nasce ad Osaka nel 2015 per iniziativa di Edmondo Filippini, italiano ma residente in Giappone da diversi anni. Da allora, la Da Vinci si è andata affermando come una delle principali case discografiche e di edizioni musicali nell’ambito della musica scritta e improvvisata, come testimoniato dal sempre più ampio catalogo di […]

Cecil Taylor, Tony Oxley ‘…… being astral and all registers – power of two……’

(Discus Music 2020) Questo album proviene dagli archivi del batterista Tony Oxley e presenta la registrazione di un live del duo Taylor, Oxley all’Ulrichsberg Festival, il 10 maggio del 2002. Due composizioni, being astral and all registers e power of two, per circa un’ora di set. Un set infuocato che mi ha ricordato un concerto […]

Interview with Adi Newton (T.A.G.C./Clock Dva)

After immersing myself in Adi Newton/T.A.G.C.‘s latest work ‘Meontological Research Recording III’, which I’m writing about for Kathodik HERE, I thought I would explore the philosophy and poetics behind this work and Adi Newton‘s thought. What better way to do so than in my usual digital chat? Assisted by the founders of the publishing house […]

Intervista ad Adi Newton (T.A.G.C./Clock Dva)

Dopo essermi immerso nell’ultima opera di Adi Newton/T.A.G.C. ‘Meontological Research Recording III’, di cui ne ho parlato per Kathodik QUI, ho pensato di approfondire la filosofia e la poetica che sottende a questa opera e al pensiero di Adi Newton. Quale modo migliore per farlo se non scambiarci le mie consuete quattro chiacchiere digitali? Coadiuvato […]

Damata ‘What’s Damata’

(Dugnad Records 2021) Damata è un trio norvegese composto da Torstein Slåen alla chitarra, Karl Erik Horndalsveen al basso
, Ola Øverby alla batteria. Il nome deriva da una parola priva di significato del dialetto norvegese, usata come chiusa definitiva di sentenze senza senso. Ma la musica per fortuna un senso ce l’ha, e piano piano […]