Archivio Tag: Arvo Part

Intervista con Anthony Baden Saggers in arte Stray Ghost

Stray Ghost è lo pseudonimo di Anthony Baden Saggers, polistrumentista e produttore autodidatta nato a Brighton. Durante un decennio altamente prolifico di produzione musicale, Stray Ghost ha pubblicato album con differenti etichette discografiche, ha autoprodotto diversi ambiziosi progetti e ha partecipato a compilation insieme ad artisti del calibro di Peter Broderick e Nils Frahm. Pur […]

Interview with Anthony Bader Saggers aka Stray Ghost

  Stray Ghost is the pseudonym of Anthony Baden Saggers, a self-taught multi-instrumentalist and producer born in Brighton. During a highly prolific decade of music production, Stray Ghost has released albums with different record labels, self-produced several ambitious projects and participated in compilations alongside the likes of Peter Broderick and Nils Frahm. While not having […]

Giacomo Fronzi ‘Percorsi musicali del Novecento. Storie, personaggi, poetiche da Schönberg a Sciarrino’

Se Giacomo Fronzi è ricercatore di Estetica all’Università di Messina, studioso di filosofia della musica, pianista, e critico musicale per Rai Radio 3. Quando può presta anche la sua penna “digitale” a Kathodik, ed esce in questi giorni con un volume di Storia della Musica del Novecento, la sua personale Storia della Musica del Novecento, […]

Sarah Kirkland Snider ‘Mass for the Endangered’

(Nonesuch 2020) Ormai da diversi anni, gli autori contemporanei di musica classica hanno col passato un rapporto non più di conflittuale repulsione, ma nemmeno di appropriazionismo citazionista. Piuttosto, la tradizione offre modelli che si prestano a letture nuove, che fanno tesoro di stilemi consolidati e ancora forieri di sviluppo. Tale è il caso della giovane […]

Ivar Grydeland ‘Stop Freeze Wait Eat’

(Hubro Music 2016) Ivar Grydeland, chitarrista e insegnante presso la Norwegian Academy of Music, conduce l’ascoltatore attraverso 7 tracce ipnotiche e rarefatte. “Stop Freeze Wait Eat” è un progetto ambizioso, in cui il musicista riesce a evocare paesaggi sonori che ricordano il Brian Eno di “Music for Airports”. Ambientazioni sospese, che riportano alla mente anche […]