Archivio Tag: Improvvisazione Radicale

Paolo Sanna ‘Fluorite’

(Creative Sources 2018) Raschia una sensibile membrana, l’arte dello scultore di suono/compositore istantaneo, Paolo Sanna. Che ci riaccorda con il nostro rumble interiore, muezzinico nei silenzi notturni. Della meraviglia del ritmo di un passo sulla ghiaia. In profondo riannodo con uno scampanellio intercettato in lontananza sotto un sole non ostile. Captazioni dal quotidiano in decompressione […]

Laganà / Marletta / Gawara / Giust ‘Suoni Lenitivi Per Adulti’

(Setola Di Maiale 2018) Quattro composizioni istantanee come una pozza lisergico/infranta che par in apparenza immobile ma brulica in realtà di microscopica vita, curiosa e spettinata. Tutto nasce attorno al progetto Noma (http://noma.world) che concepisce il fare arte come risposta/reazione ad una malattia devastante come il cancro. Artisti che si incrociano/interrogano e agiscono a riguardo, […]

John Krausbauer “Beats”

(ANTS Records 2018) Dopo aver dato la medaglia d’oro al geniale parto dei Livebatts! ecco ritornare la capitolina ANTS sul luogo del delitto preferito da sempre, il puro minimalismo, producendo questo nuovo lavoro firmato dal losangelino John Krausbauer con il supporto di Aaron Oppenheim e Kate Short; tutti e tre in toto saranno alle prese […]

A-septic ‘Syria’

(Amirani Records 2018) Stefano Ferrian e Simone Quatrana formano un duo ben amalgamato. Il primo suona il sax tenore e il secondo il pianoforte. In questo ispirato disco, dedicato a un Paese e a un popolo dalla grande storia e cultura e oggi devastato dalla guerra, propongono sette composizioni istantanee, che esibiscono un forte senso […]

U.S. Steel Cello Ensemble ‘Noise In The Library’

(Putojefe 2018) Berlinese classe 1931, Robert “Bob” Rutman è arzillo giovinottello che con la sua strumentazione metallica homemade, ha strinato le orecchie di più d’uno con il suo potente ronzamento. Ha collaborato con i Neubauten e Merce Cunningham, gli Swans, Heiner Goebbels e Robert Wilson, come dire, il vibrar del tuono, corpi in movimento e […]

Matt Weston ‘This Is Your Rosemont Horizon’

(7272 Music 2018) Uscita più lunga e articolata rispetto alle ultime veloci sortite cui ci aveva abituato. Riecco a noi il batterista/percussionista/compositore statunitense Matt Weston, che in occasione di quest’album 12”, si concede una performance più distesa e colloquiale. Siam sempre nell’ambito di un post-disastro elettroacustico che ingloba materia, elettronica disgregante e qualche registrazione d’ambiente. […]

Attilio Novellino & Collin McKelvey ‘Métaphysiques Cannibales’

(Kohlhaas/Weird Ear 2018) Due tracce, Métaphysiques Cannibales I e Métaphysiques Cannibales II di intensa e distesa musica elettronica (che non esclude l’intervento di strumenti acustici). Intrecci sonori profondi amalgamati da droni ritmici che pulsano e dileguano in quello successivo; paesaggi sonori onirici e avvolgenti creati da processi di generazione, sintesi ed edizione del suono tipici […]

Giacomo Salis / Paolo Sanna ‘Humyth’

(Confront 2018) Il precedente “KIO GE” dello scorso anno, in compagnia di Jeph Jerman (sempre su Confront), esplorava la microvoce della materia, amplificata e organizzata in leggere strutture impro. Nella loro consueta formula a due, oggi con “Humyth”, le singole parti di percussioni e oggetti trattati (pelle/legno/metallo/pietra, il circostante e il silenzio), espongon mai come […]

Martin Archer & Engine Room Favorites ‘Safety Signal From A Target Town’

(Discus 2018) Lanciato il primo gennaio 2018, l’album presenta il nuovo frizzante, ricchissimo e intenso lavoro di Martin Archer (sassofoni) e il suo nuovo gruppo, formato da Mick Beck (sax tenore, fagotto), Set Bennett (contrabbasso), Graham Clark (violino), Laura Cole (piano), Steve Dinsdale (percussioni), Peter Fairclough (batteria), Johny Hunter (batteria), Kim Macari (tromba), George Murray […]

Konstantin Samolovov & Alexey Sysoev “Varietas”

(Intonema records 2018) Konstantin Samolovov alle selected drums, objects, radio e voice recorder; Alexey Sysoev al no input mixing board, max/msp, ableton live. Frequenze distribuite come molliche sparse senza ordine che acquistano forma nel tempo, rumori elettronici di varia lega e forgia, stridono nel buio come carta velina lentamente stropicciata, frammenti di annebbiate voci radiofoniche, […]