Archivio Tag: Paolo Sanna

Bertoni / Salis / Sanna ‘Hidden Parallels’

(Plus Timbre 2021) Il duo percussivo Sanna / Salis e il violoncello di Antonio Bertoni, s’interrogano sul concetto di assenza (e di casualità). Ognuno di loro propone un brano da cui trarre ispirazione, che rimane come una specie di sottotesto presente, ma non direttamente seguito. A questo si aggiunge che i tre, decidono di eliminare il […]

Kevin Corcoran / Giacomo Salis / Paolo Sanna ‘Sul Filo’

(Tsss Tapes 2021) Lo statunitense Kevin Corcoran e l’affiatato duo Paolo Sanna / Giacomo Salis, in due movimenti per percussioni, oggetti e field recordings. Materia viva che s’innesta nell’ambiente in istantanea simmetria. Composizione spontanea in allineamento d’intenti mirabile, di poetica quiete sottilmente stridente e fasi di risonanti spaziature metallico/lignee. Di asciutta azione fisica e orecchie […]

Paolo Sanna ‘Scarno Acustico’

(Falt 2021) L’iperattività produttiva del percussionista Paolo Sanna è faccenda evidente e benedetta. Un’innata e ben coltivata capacità d’ascolto profondo è faccenda altrettanto evidente nel suo operare. Suoni dal mondo e osservazione/trattazione materica, il pane quotidiano della (scarna) dieta adottata. Ora, questo nuovo nastro edito dalla francese Falt, nulla aggiunge di nuovo, eppure, eppure, sempre […]

Paolo Sanna ‘Stratificazioni’

(Grisaille 2021) Spira vento dal mare nel nuovo nastro di Sanna. La tedesca Grisaille ospita, la terra e quel che c’è sopra, si muove al ritmo del marino refolo. Metalli e legni in canto, echi di movimentazioni sul fondo. Tutto sembra intatto prima dell’arrivo di qualche guastafeste. Scampanellii, rotolamenti ed azioni circolari, tra induzioni d’Asia […]

Andrea Borghi / Giacomo Salis / Paolo Sanna ‘MOT’

(Tsss Tapes 2020) C’è l’ascolto profondo della terra che respira e un sospiro che si amplifica. Movimenti materici e scampanellamenti sublimi, il fuso del telaio che gira e l’abbraccio del silenzio. Oggetti, percussioni, un piatto preparato ed un filo di elettronica, incontri fortuiti, una porta che canta ad ogni apertura, legni/cocci e scarti che si […]

AA.VV. ‘Responses 2’

(Minimal Resource Manipulation 2020) Secondo volume per la compilation voluta dal londinese ricercatore di suoni Matthew Atkins. Trovarobato casalingo, strutturato in brevi file audio (due o tre minuti), che gli artisti invitati, ricevono e martellano liberamente senza costrizione alcuna. Movimenti materici per lo più, spazi aperti, ornitologia, qualche meccanismo in innesco, metalli dronanti, il microscopico […]

Giacomo Salis / Paolo Sanna ‘Hint’

(Falt 2019) Splendido nastro per confezione e ripieno, quello che esce per la francese Falt. Tre movimenti materici, per lo più registrati durante lo “Humyth” tour del 2018 tra Faenza e la provincia del torinese (Chianocco). Dove il duo percussivo sardo, gestisce/tratta/osserva, la voce di percussioni, oggetti trovati e silenzio. Materia globale popolare in essiccazione, […]

Paolo Sanna ‘Gesture’s Consequence’

(AKArec 2019) Di memoria, terra, imprevisti ben accolti e studi sul gesto ripetuto, oggetti trovati e materiali naturali, frammenti dal mondo trattati e silenzi di brulicante movimento.Nel caso specifico di “Gesture’s Consequence”, lo scultore di suono sardo, armeggia con una cassa da 22”, il box di una kalimba senza lamelle e un pettine di legno […]

Giacomo Salis / Paolo Sanna / Stanislas Pili ‘Choke’

(Plus Timbre 2018) C’è chi si arma di microfoni e viaggia in caccia di fieldrecordings, al duo Salis / Sanna non serve, son lorostessi dei field recordings. Perché parlano con la materia,organica e non, col vento e se capita pure col fuoco.Che pietra, metalli, pelli e legni, son casa, che ad ascoltarli ci basta poco,basta […]

Paolo Sanna ‘Fluorite’

(Creative Sources 2018) Raschia una sensibile membrana, l’arte dello scultore di suono/compositore istantaneo, Paolo Sanna. Che ci riaccorda con il nostro rumble interiore, muezzinico nei silenzi notturni. Della meraviglia del ritmo di un passo sulla ghiaia. In profondo riannodo con uno scampanellio intercettato in lontananza sotto un sole non ostile. Captazioni dal quotidiano in decompressione […]