Archivio Tag: Adrian Northover

The Remote Viewers ‘Let The City Sleep’

(RV 2020) La città che dorme è la Londra del lockdown. Come hanno fatto in molti, il gruppo capitanato da David Petts (sax tenore), compositore della maggioranza delle tracce insieme a John Edwards (elettronica e contrabbasso), ha dovuto arrangiare nuove modalità di interazione attraverso la dispersione e la distanza. Le atmosfere dell’album, nello stile di […]

The Bellowing Earwigs ‘The Perpendicular Giraffe Compartment’

(FMR Records 2020) Poco interessante, anzi irritante e noioso. L’improvvisazione destrutturata del trio (Adam Bohman, oggetti amplificati; Adrian Northover, mbira, sassofono e melodica; (Jean-Michel Van Schouwburg, voce) non decolla. Probabilmente, ne convengo, decollare non è il punto in questione. Ma i circa 40 minuti dell’album non riescono a proporre molti momenti che davvero meritino non […]

Gouvea, Northover, Mattos ‘Cájula’

(FMR Records 2020) L’inusuale trio, formato da Marilza Gouvea (voce), Marcio Mattos (violoncello & elettronica) e Adrian Northover (sassofono contralto e soprano), presenta 2 brani registrati in studio e 3 tracce provenienti dall’esibizione live all’Iklectik di Londra. Si tratta di improvvisazioni estemporanee: invenzioni sul momento generate da un interplay in cui i tre protagonisti – […]

Jean-Jacques Duerinckx/Adrian Northover ‘Hearoglyphics’

(Setola di Maiale 2020) La benemerita etichetta italiana “Setole di Maiale”, attiva dal 1993 nella ricerca musicale nell’ambito della sperimentazione e dell’improvvisazione, produce questo interessante album registrato nell’aprile 2019. Jean-Jacques Duerinckx al sax sopranino e Adrian Northover al sax soprano e contralto danno vita a un interplay lungo 13 tracce. 13 geroglifici acustici, in cui […]

Remote Viewers Trio ‘Notes Lost in a Field’

(Self Released 2019) La prima traccia lascia molto a desiderare. Ci fa desiderare che accada qualcos’altro rispetto al rumore insistito con cui il cd esordisce. In effetti, poi accade qualcosa. The Lighthouse getta un fascio di luce sonora che apre uno spazio finalmente musicale. Nel corso del disco David Petts (sax tenore), Adrian Northover (sax […]

Remote Viewers Trio ‘Live At Iklectik (12.12.17)’

(Autoproduzione 2018) Segue il corso della formula cruda a tre, proposta nell’ultimo (notevole) “Last Man In Europe” questa registrazione di un live londinese di fine 2017, dove i Remote Viewers, capitanati dal sax tenore di David Petts, si producono in una serie di brevi frasi tra composizione e sezioni impro, dal notevole fascino noir in […]