Archivio Tag: Ambient isolazionista

Kevin Richard Martin ‘Sirens’

(Room40 2019) Una serie di plumbee traiettorie che si dipanano fra pulviscolo astrale e costante introspezione sensibile (ogni terminazione nervosa allertata). Tempo congelato col fiato mozzo e dinamiche sonore di peso e sostanza (chiara in mezzo al petto l’oppressione/impatto del suono). Gergo isolazionista rivisto e potenziato sino all’espansione in enigmatico monolito contemporaneo. Concepito e composto […]

Simon Balestrazzi ‘Redshift’

(Azoth 2018) Spazi ampi di fluttuazione organizzata. Per metalli e materia in illuminato assemblaggio strumentale diy e reattiva elaborazione digitale ballardiana. Eventi sonori controllati e portati ad agire su pratiche oltre genere (Redshift 2 con i suoi allunghi su ritmiche in espansione Z’ev). Etno sminuzzamenti e pulviscolo impro (Redshift 3), vibrazioni basse e profonde di […]

Emet ‘Marmoo’

(Grotta Records 2017) Field recordings, chitarre trattate e synth in sovrapposizione gentile.La nuova uscita di Emanuele Magni (curatore di Grotta), veleggia lungo territori descrittivi con placida, elegante lentezza. Il suono della risacca e  micro stritolamenti organici amplificati, reticoli di corde aurorali, sibili e frequenze a volteggiar tutto intorno, gocce in caduta e una frase pastorale […]