Komora A ‘Crystal Dwarf’

(Monotype Records 2016)

Una plausibile e non rassicurante formula ambient quella espressa
dal trio polacco Komora A in “Crystal Dwarf”.
Sei
composizioni di matrice impro livide e infette, inclusive di spasmi
noise, post-industrial e adeguato bagaglio dronante ad alta frequenza
da taglio granulare.
Dominik Kowalczyk, Karol Koszniec
e Jakub Mikolajczyk (computer, elettronica, sampler e synth
modulari) si producono in una performance stratiforme non
compiacente, ingombra di detriti, strappi, pungenti cicli ritmici,
riverberi e statici flussi tonali.
Pelle secca frusciante che si
stacca nel buio dal corpo, movimenti parassitari ad agitar il fermo
immagine nell’attesa dell’impatto amplificato al suolo.
Micro
radicalità in sospensione ad oscurar il sole e allungar ombre
su territori di confine, indistinto uno scintillio a puntellar
l’orizzonte.
Tracce di un passaggio e silenzi corrosi (non è
roba da poco).

Voto: 8

Link correlati:Monotype Records Home Page