Scott Pender ‘88+12’

(Navova 2014)

Musica schietta, sincera, diretta, quella del compositore Scott Pender. Musica che arriva dritta al cuore dell’ascoltatore, rifuggendo volutamente le astrazioni e le complicazioni eccessive, avvalendosi piuttosto di armonie ampie e di una cantabilità distesa, di gusto popular, che gli archi – i brani qui presentanti sono infatti un trio per archi e tre sonate per pianoforte e, nell’ordine, violino, viola, e violoncello – sviluppano ed esaltano. Un ideale ponte tra Wim Mertens e Lou Harrison, nel celebrare il canto e la danza: sì, perché anche la vivacità ritmica, soprattutto nei movimenti esterni delle sonate, abbonda. Un CD godibilissimo, e stimolante.

Voto: 7

Link correlati:Navona Records Home Page