Archivio Autore: Sergio Eletto

Wyatt E. “Exile tTo Beyn Neharot”

(Autoproduzione 2017) All’inizio suona quasi blasfemo scoprire tra le muse ispiratrici dei Wyatt E. pionieri della materia-etnica quali Nusrat Fateh Ali Khan e Master Musicians of Jajouka, ma poi ci accorgiamo che l’anelito, dopotutto, non è così fuorviante. In fondo il trio, formato sull’asse Israele-Belgio, modella la sua indole principale attraverso gli stilemi combat del […]

Lucia Ianniello “Live At Acuto Jazz”

(Slam Records 2017) La figura di Lucia Ianniello è stata una gradevolissima scoperta per il sottoscritto: trombettista, compositrice, artista a tutto tondo, un’accurata interprete di jazz contemporaneo che ci attira e cattura per la sua peculiare forma mentis, dove lascia coesistere un lucente interesse per il lirismo, impostando di conseguenza estese scenografie che vanno anche […]

Luca Sigurtà ‘Grunge’

(Silken Tofu 2017) Durante gli scambi epistolari avuti col Sigurtà inerenti la sua nuova, affascinante creatura “Grunge”, quando gli fu chiesto di inviarmi ulteriori delucidazioni che chiarissero il leit-motiv dell’opera, rimasi interessato dal modus operandi con cui Luca aveva cucito e idealizzato l’intero percorso: “il mio intento sotterraneo era quello di fare un disco come […]

Francesco Maria Narcisi & Giacomo Fidanza ‘The Accordion Sessions’

(Time Release Sound 2017) Parte A1 – (In Limine) con il suo carico elettronico tratteggiato di malinconia e sogno, e tutto vai a pensare tranne che la sorgente madre di questi suoni così intricati sia una fisarmonica, il cui canto originario è trattato, manipolato in tempo reale, nonché miscelato a diversi field recordings. E Invece […]

Petrolio ‘Di cosa si nasce’

(Edison Box / DreaminGorilla Records / Taxi Driver / VOLLMER – Industries / TOTEN SCHWAN Records / Screamore 2017) Se nutrite un perverso piacere per le gelide sonorità elettroniche figliate negli ’80 con quell’immaginario horror sci-fi sagomato dal maestro John Carpenter, allora non potete lasciarvi sfuggire l’ascolto del fosco congegno sonoro messo in moto dal […]

Quentin Tolimieri ‘Prepared Piano’

(Creative Sources Recordings 2017) Kathodik ha conosciuto il tocco essenziale e asciutto di Quentin Tolimieri pochissimo tempo fa grazie ad un solo licenziato su pfMentum (“Piano”) in cui la tastiera si trasformava in un ring dove si scatenava in pindarici giochi d’improvvisazione seghettata e millimetrica, facendosi alfiere di un fraseggio frastagliato e della passione per […]

Many Others ‘Aggression of Paradox’

(Archivio Diafonico 2017) Il batterista Francesco Gregoretti è un acceso agitatore della scena avant-improv partenopea, e il chitarrista destrutturatore Olivier Di Placido, seppur sveli una nazionalità transalpina, è da tempo assiduo frequentatore della Napoli più sotterranea e underground che vi sia al momento. Non è un caso quindi che questo progetto a due veda la […]

Aural Research ‘Ishwara’

(Spagiria 2017) Secondo ep di battaglia su Spagiria per il duo basco Aural Research, formazione dal taglio eclettico cui piace mescolare techno, dub, IDM, con un tappeto d’ambient. Non avendo sentito il primo parto, e volendomi attenere a ciò che “Ishwara” mi ha svelato, intuisco facilmente che il duo di Bilbao ha le idee ancora […]

Magnolia Caboose Babyshit ‘Magick3’

(Araghost Records 2017) Il loro nome è stato preso in prestito da una canzone dei Mudhoney, quattro diavolacci intenti a maciullare un trito di garage(psycho)roll che deraglia spesso in pasticci di sovversivo punk blues, in misture di obscura wave (le movenze dominatrici del basso nel cuore di 777, Magicabus) e voodoo surf. L’immaginario dei MCBS, […]

Sestetto Internazionale ‘Aural Vertigo – The Helsinki & Turku Concerts, Finland 2015’

(Amirani Records 2017) “Aural Vertigo” documenta due lunghe performance tenutesi durante il tour finlandese che ha visto protagonista il sestetto internazionale, ensemble nato in particolare dalla collaborazione tra i due sassofonisti Gianni Mimmo e Harri Sjostrom, entrambi sopranisti con un’aggiunta del sopranino nelle mani del secondo. A completare l’organico troviamo Alison Blunt al violino, un […]