Allen Harrington, Lottie Enns-Braun ‘Vanishing Point’

(Ravello 2016)

Tra le combinazioni strumentali che il Novecento ha esplorato, quella tra sassofono e organo non è certo tra le più frequentate. Motivo in più per ascoltare questo bel Cd Ravello, in cui il duo formato dal sassofonista Allen Harrington e dalla organista Lottie Enns-Braun si cimenta con un repertorio proveniente dalla penna di autori contemporanei più o meno giovani e scritto specificatamente per questa compagine strumentale, con una significativa eccezione: una breve, deliziosa chanson del francese Eugene Bozza, riarrangiata per l’occasione. La maggior parte dei brani è scritta in stile neoclassico, quasi a riecheggiare ed esaltare il connubio tra sonorità antiche e moderne che i due strumenti, insieme, suggeriscono. Prevalgono dunque riferimenti a forme antiche, linee melodiche pulite, stabilità armonica e ritmi incisivi. Ma non mancano pagine più sperimentali, come le due brevi composizioni di Augusta Read Thomas, o il brano che dà il titolo all’album, a firma del canadese Leonard Enns, il quale inverte la canonica scansione dei movimenti, partendo in maniera decisa e scattante per poi virare verso sentieri più nebulosi, instabili, ondivaghi, latori di una tensione sotterranea ma chiaramente avvertibile. Ciò, a riprova delle potenzialità espressive ancora inesplorate per questo duo, che finalmente iniziano ad attirare la curiosità di musicisti, autori e, ci si auspica, ascoltatori.

Voto: 7

Link correlati:Ravello Records Home Page