Owl Rave ‘Owl Rave’

(Interstellar Records 2015)

Sette cupi tremolii dell’animo per questa band di Innsbruck.
Badalamenti e le sue
frequentazioni Lynch a fornir ispirazione (e nella spettrale
bruma di Amy un qualcosa se ne intravede).
Poi son innocui
fremiti Cure (“Seventeen Seconds” / “Faith”)
ad occhieggiar nello strumentale d’apertura Wellness At One Eyed
Jack’s
.
(Scontate) battute trance fuori tempo massimo ad
animar Find Me.
Qualche accenno doom in lontananza
evocato.
Grammatura varia Cave / Gira in
assortimento (dal catatonico al feroce).
Un riuscito
orizzonte/sudario in minaccioso avvicinamento (In Sarah’s
Dream
).
Qualche frammento di rancore industrial nella
panoramica infranta Fright Car.
Al netto e all’oggi, la
strada da percorrer par moto lunga.
(Twin Peaks neanche si
avvista…).

Voto: 5

Link correlati:Interrstellar Records Home Page