The Phonetic Orchestra ‘The Station And The Underclass’

(InSub Records 2016)

Una delle ultimissime release di casa INSUB è “The Station and the Underclass” firmato dall’ensemble australiano The Phonetic Orchestra. Uscito solo in formato digitale, come free download, con questo disco l’orchestra accorpa nove musicisti provenienti da ambienti musicali diversi, che nella fattispecie propongono il loro secondo live, tenutosi nel 2010 presso una location decisamente evocativa: un anfratto cavernoso sito nel cuore del mausoleo Emanuel Vigeland di Oslo in Norvegia, dove i nostri sono concentrati a suonare un’unica composizione, scritta per l’occasione in collaborazione con il giovane compositore contemporaneo Jon Heilbron, costruita e incentrata unicamente sulle potenzialità acustiche offerte dal luogo dell’esibizione. “The Station and the Underclass” è quindi una lunga piece in cui le tinte oscure e ambientali la fanno da padrone, dove se dovessimo scegliere i vari autori da nominare come muse ispiratrici si andrebbe da Ligeti a Tony Conrad, dal minimalismo di Pauline Oliveros (si senta il soave intervento della fisarmonica) alle escursioni acustiche improv più attuali di un Anthony Pateras, passando per gli interstizi ambientali nero pece e retrò di Lustmord. Da sentire possibilmente di notte, senza luci e senza il fastidioso contorno di rumori esterni. Modus operandi classico, un brusio di (in)corporea materia sonora dark che prende corpo lentamente e con pigrizia. Niente di nuovo all’orizzonte, ma di sicuro dal facile impatto emotivo.

Voto: 7

Link correlati:InSub Label Bandcamp Page