The Bronzed Chorus ‘Summering’

(Doubleplusgood 2016)

Dopo due Ep questo duo, composto da Adam Joyce (chitarra e tastiere) e Hunter Allen (batteria e tastiere) pubblica il primo full leight.
I brani sono rigorosamente strumentali e il sound che emanano è un math-post-rock con tante variabili. Sulla scia dei Battles il duo parte dal math, ma poi evolve il sound in diverse soluzioni sonore, che siano momenti pop e circolari, se non prog (Cowabunga, Ohio), in accelerazione (Rodeo rodeo) o più propriamente electro-math (How gooda friends are ya?).
Se è vero che il duo è stato profondamente ispirato dai Battles, è altrettanto vero che la sua musica non è derivativa, perché è in grado di introdurre sonorità imprevedibili, a volte sperimentali, vedi i momenti psichedelici e rocciosi di Books o l’enfasi accogliente di Widdley wah (til the break of dawn).
In altre parole “Summering”, oltre ad essere un ottimo esordio, è anche uno strumento per avere una chiave di lettura dei nuovi orizzonti dell’alt-rock.

Voto: 9

Link correlati:The Bronzed Chorus Facebook Page