Frank Cadoppi ‘Nato per questo’

(DreaminGorilla Records 2016)

Per cosa è nato l’emiliano, di Pianura, Frank Cadoppi? Per contrastare nihilisticamente il quieto vivere della provincia bassa (Non dormo per tutti) e grassa parmense: oltre-politico – alla Vasco Rossi (Nato per questo), sfarina parole su elettro-soul al collasso (cfr. Indifferente). Le basi di livello, a volte astratte (Musica per le pareti) sempre in bassa battuta (La luna e altre divagazioni), di Roberto Segreti accompagnano rime tra il provocatorio iper-reale (L’ennesimo venerdì sera) e l’elisione favolistica di certo Pupi Avati orrorifico (l’arcano incantatore de Il ponte); il tutto non è spiacevole e, in ambito italico, sufficientemente originale.
Di lato all’hip-hop, oltre la canzone d’autore: Parole libere.

Voto: 7

Link correlati:Frank Cadoppi Facebook Page