Maya Beiser ‘Uncovered’

(Innova 2014)

L’idea di rileggere con strumenti della tradizione classica brani che hanno fatto la storia del rock non è certo nuova. Ma c’è modo e modo di metterla in opera. La straordinaria violoncellista Maya Beiser, in collaborazione con il suo arrangiatore d’eccezione, Evan Ziporyn, hanno militato per molti anni nell’ensemble newyorkese di musica contemporanea Bang on a Can, forse la più alta espressione di contaminazione tra generi musicali, tra alto e basso, tra stili compositivi ed esecutivi. Forti di questo ricco background, i due si cimentano qui con pezzi indimenticabili della tradizione rock, progressive, e blues, fornendoci versioni di brani storici di Led Zeppelin, Jimi Hendrix, King Crimson, Nirvana, Janis Joplin, Howlin’ Wolf, Pink Floyd, Muddy Waters, AC/DC, in cui il violoncello della Beiser sostiene il peso del canto e spesso anche della struttura ritmica, dialogando con stesso grazie alla tecnica della sovra-incisione, e talvolta con basso, batteria e clarinetto (dello stesso Ziporyn). A conquistarci è il mirabile equilibrio tra l’eleganza della riscrittura strumentale e la forza comunicativa, che regge benissimo il confronto con l’energia sprigionata dagli originali.

Voto: 8

Link correlati:Innova Records Home Page