Uscite Video Febbraio

La tv di ieri è sempre meglio di quella attuale, mentre il cinema che verrà non potrà esser peggio di quello di oggi (o si?), la musica… la musica… oh cazzo c’entra la musica? Qui si parla di VHS…

ANGELA  Successino di Roberta Torre dal cast di illustri sconosciuti. La critica gli ha strizzato l’occhio, il pubblico si strizza le palle. Per intellettuali o presunti tali.

ARAC ATTACK  Una sostanza tossica inquina un laghetto. Conseguenza: tanti mostri a otto zampe escono per cibarsi di carne umana. La sostanza tossica se la prende chi se lo noleggia.

ATTRAZIONE OMICIDA  Inedito della Eagle su una storia d’amore che finisce in un lago di sangue. Originalissimo.

AUSTIN POWERS – GOLDMEMBER  E basta co’ sto Austin Powers! Ancora non hanno capito che in Italia non fa una lira. Mike Myers alle prese col “Membro d’oro” è però divertente.

IL BACIO DELL’ORSO  Basti la trama: la tredicenne Lola vive con la madre e il patrigno in un circo itinerante; unico compagno di giochi è un cucciolo di orso che una notte si trasforma in un ragazzo. Ahinoi, non si tromba la tredicenne. C’è pure Sergio Rubini. Meglio l’orso.

BAMBOOZLED  Ultimo film di Spike Lee uscito al cinema per una settimana in estate. Furbata della Eagle. Da vedere, come tutti i film del grande Spike. Un po’ lunghetto…

CALLAS FOREVER  Fanny Ardant alle prese con la Divina e Zeffirelli alle prese coi soldi di Berlusconi. Risultato: una cagata pazzesca.

CHE ORA E’ LAGGIU’?  Questo filmone narra di un coglionazzo cinese che vende orologi a Taipei. Incontra una ragazza in partenza per Parigi. Cosa fa? Regolerà tutti gli orologi sull’ora della capitale francese. Ma vi rendete conto? Uscito anche al cinema, ma nessuno ha capito a che ora iniziava e allora non l’ha visto nessuno.

CODICE 51  Urgono notizie. Cosa sarà ‘sto 51? Un autobus? Inedito. Però c’è Samuel L. Jackson. Allora…

LA CONFRATERNITA  Come dice il grande Tomas Milian in “Squadra antifurto”: “Semo daa confraternita de Capocotta: arestamo li fii de na mignotta!”. Che sia la stessa confraternita?

CREATURA DAL PROFONDO DEGLI ABISSI  Ancora una versione sul mostro di Lochness. Che due coglioni! Uno è Patrick Bergin, l’altro è chi lo noleggia!

DARK BLUE WORLD  Cooproduzione italo-ceco-danese che narra di due piloti cechi che, scappati dai nazisti, si arruolano nella Royal Air Force e si innamorano della stessa donna. Uscito anche al cinema per “merito” della Medusa.

DORIAN  Sarebbe sempre Dorian Gray, per l’esattezza “Il ritratto di Dorian Gray”. Oscar Wilde rivisitato da tal Allan Goldstein. E chi sarebbe?

DOWN  Sequel de “L’ascensore” (ve lo ricordate?) stavolta con la bionda bona Naomi Watts, attrice che ha girato una cinquantina di film e conosciuta solo per “Mulholland drive”. Inedito della Eagle. L’unico down è chi ci spende i soldi.

EXPECT THE UNEXPECTED  Cecchi Gori ricaccia un capolavoro (del 1998) dell’action movie di Hong Kong. Da vedere.

THE EXPERIMENT  Tanta pubblicità per questo pesantone di filmaccio tedesco che non ha visto nessuno. Venti volontari provano un esperimento scientifico per analizzare il comportamento aggressivo.

LA FORESTA MAGICA  Un mese fa al cinema e ora già in cassetta, questo cartone animato per dementi in cui parlano alberi, fiori, animali e compagnia bella. Gli uomini combatteranno con talpe, lucciole, gatti e quant’altro. L’unica foresta magica che mi interessa è quella sita in mezzo alle gambe della mia donna…

FULL FRONTAL  Dopo “Traffic”, Soderbergh avrebbe dovuto prendersi una bella vacanza e starsene in pace invece di rifilarci questa “sòla” dal cast stratosferico che, alla fin fine, non ha visto nessuno. Dopo Muccino e Shyamalan, un altro regista sopravvalutato e pompato – chissà perché – dalla critica: Soderbergh. E sta pure rifacendo “Solaris”! Dio ce ne scampi!

A GENTLEMAN’S GAME  Non ne so niente, però c’è Gary Sinise. Basterà?

GHOST WORLD  Per intenditori. Non l’ha visto ovviamente nessuno, ma gli amanti dei fumetti sapranno che è tratto dal fumetto underground di Daniel Clowes. Da Cecchi Gori via Fandango.

HIGH ART  Altro triangolo amoroso. Inedito di Cecchi Gori. La regista è Lisa Cholodenko. E niente non è.

L’IMBALSAMATORE  Grandissimo noir di Matteo Garrone che parte da un fatto di cronaca nera (l’omicidio di un nano!) e utilizza ambientazioni e lo stesso processo di imbalsamazione per trasmettere un senso di claustrofobia e di morte. Non facile da raccontare in quattro righe. Sicuramente il miglior film italiano del 2002. Da vedere.

INSOMNIA  Al Pacino indaga sulla morte di una bambina. C’è pure Robin Williams e Hilary Swank. Non malissimo, ma Al Pacino ultimamente sta girando tutte cazzate. Potabile.

LA LOCANDA DELLA FELICITA’  Zhang Yimou – che non può distribuire i suoi film in Patria – vede bene di rifilarceli a noi. Lunghi e pesantissimi, anche se a volta interessanti, non vengono molto considerati a causa della troppa differenza culturale, sempre che in Italia vi sia rimasta. Da giudicare. Io non me lo vedo nemmeno se me lo chiede Charlize Theron nuda nel letto. Piuttosto le metto un porno.

LAGAAN  Spaccato di vita indiana (dura quasi quattro ore!) uscito anche al cinema a causa della Keyfilms. Una specie di kolossal asiatico, con migliaia di costumi e comparse. Chissà…

LOVE BITES  Il filmone di Asia Argento uscito 21 giorni fa al cinema (proprio così…) è già in cassetta per la Minerva Video che lo ha anche prodotto e distribuito (fortunatamente poco) nelle sale. Per i fan di Asia, se esistono. E se esistono, presentatemeli.

M’AMA NON M’AMA  La bella Audrey Tautou, che per il resto della sua vita sarà identificata come “quella che ha fatto Amelie”, è qui una pittrice che si innamora di un cardiologo sposato. Sembra una commedia, ma non lo è. Da giudicare.

MIB 2  Tornano gli “uomini in nero” Will Smith e Tommy Lee Jones tra i mostriciattoli: simpatico, ma ovviamente peggiore del primo.

MINORITY REPORT  Periodo cyber per Spielberg, dopo A.I., finalmente terminato con “Prova a prendermi” uscito recentemente. Del racconto originario di Philip K. Dick (un detective ricercato per un assassinio che deve ancora commettere) rimane ben poco, ma sinceramente un altro film con Tom Cruise non lo reggo. Sembra poi vietato parlar male di Spielberg. A me non è piaciuto, a molti nemmeno, ad altri tantissimo. A voi l’ardua sentenza.

MONSIEUR BATIGNOLE  Commediola francese uscita anche al cinema. Mi sembra ci sia Philippe Noiret, ma non ci giurerei. Ci interessa?

OPERAZIONE ROSMARINO  Ebbene si, è uscito anche questo, a luglio. Al cinema è durato quanto un secchiello di pop corn. Da evitare e da insultare.

L’ORA DELLA VERITA’  Ristampa della Eagle di questo film (ma non mi sembra così famoso per meritare una ristampa…) del ’52 interpretato da Michele Morgan e Jean Gabin e diretto da Jean Delannoy. Bah…

I PASSI DELL’AMORE  Tritamento di palle per questo drammone lacrimone con Shane West. Per cortesia…

IL PIANISTA  Palma d’oro a Cannes per questo grande film di Polanski che narra la storia del pianista ebreo polacco Szpilman in fuga dall’incubo dell’Olocausto. 150 minuti di cinema. Da vedere.

UN RAGAZZO TUTTO NUOVO  Cazzatona Columbia con tal DJ Qualls che fa strage di zoccolette liceali. Per celebrolesi.

RISING STAR  Storia vera della cantante anni Cinquanta Dorothy Dandridge. Non conosciamo la cantante, non conosciamo la storia, ma chi cazzo mai se lo andrebbe a noleggiare? Forse i fan di Halle Berry, la nera bona di “Monster’s ball” e “Swordfish” e prossima donna di 007. Inedito della Uip.

UNA RONDINE FA PRIMAVERA  Storia di una parigina che lascia la capitale e si trasferisce in campagna, dal vecchio Adrien (il grande Michel Serrault). Commedia romantica. Non lo insulto per rispetto a Serrault. Da giudicare.

SIGNS  Spero sia l’ultimo film di questo lestofante che risponde al nome di M. Night Shyamalan, sopravvalutato regista di “Sesto senso” e di “Unbreakable”. Così non sarà purtroppo. Film lenti, prevedibili, lunghissimi, pompatissimi da critica e mass media, e inevitabilmente deludenti. Da stroncare.

SMALLVILLE  Cofanetto per “festeggiare” questa serie tv in programmazione su Mediaset. Complimenti per l’iniziativa.

SWING  Uscito per tre minuti anche nelle sale per merito della Mikado narra la storia di un ragazzino idiota di dieci anni che si avvicina alla musica jazz. E a noi che ce ne frega?

LA TANA DEL SERPENTE BIANCO  Dal titolo sembrerebbe un porno, ma così ahimé non è. E’ invece un horror di Ken Russell del 1987 con Hugh Grant (sic!). Ristampa della Eagle. Di Ken Russell? Allora forse…. Ma c’è Hugh Grant. Allora no.

TED BUNDY  E’ la storia di uno dei tanti serial killer psicopatici americani che negli anni Settanta ha fatto secchi 19 ragazzini. Io ce l’ho tre-quattro ragazzini che tritano le palle sotto la finestra di casa mia…

THE TERRORIST  Filmaccio indiano della Keyfilms dal titolo attuale. Si specula su tutto…

WE WERE SOLDIERS  Io ve lo dico: evitatelo. Il peggior film dell’ultimo periodo agosto-gennaio. Mel Gibson soldato che combatte la guerra in Vietnam nel 1965. Ci propina predicozzi da buon padre di famiglia e dell’ottimo patriottismo all’americana. Irritante per quanto è idiota, un insulto all’intelligenza. I veri film di guerra sono altri.

 

l’hit del mese: ULTIMO MONDO CANNIBALE  Una sola parola: grandissimo. Stomachevole, scioccante, trashissimo, capostipite dei vari Cannibal holocaust, Cannibal ferox e Il paese del sesso selvaggio. Quando il cinema italiano era cinema vero, quando i generi portavano al cinema migliaia di persone. Il pubblico pleistescionaro di adesso, cresciuto a Muccino, Stefano Accorsi, Asia Argento e Ferilli varie, noleggiasse o comprasse questo film (anche in dvd, che Dio vi benedica!). Per stomaci forti. Il grande regista Ruggero Deodato fu denunciato in più paesi dopo l’uscita di questo film (era il 1976…).

G.N.Milian