AA.VV. ‘ The Killing Fields ‘

La Germania, negli ultimi tempi, si sta sempre piu’ ponendo in una posizione di primo piano nel movimento hardcore europeo. E’ incredibile la quantita’ ( e la qualita’ ) di nuove labels, bands, scene varie che vedono la luce in questa terra. Etichette come la Alveran, la LifeForce ( vd. Sezione links ) si stanno facendo apprezzare con crescente interesse per non parlare della notorieta’ di alcune bands come Heaven Shall Burn, Caliban e Jane il cui valore e’ ormai riconosciuto in tutto il globo.
Per dei “veterani” che si affermano pero’ dall’altra parte servono anche raccolte come questa per dare spazio e scovare nuovi “enfants prodige” del New School. Direi proprio che i tipi della Beniihana siano riusciti nell’intento non fosse per questi Should Have Known ( che non sono poi cosi’ malaccio ma in confronto agli altri perdono di molto ): il loro hc ricorda vagamente quello dei primi Course Of Action senza averne pero’ la stessa creativita’ ed intelligenza compositiva, testi banalotti. Parliamo delle altre tre bands ( tutte presenti con tre pezzi ). Si inizia con i Narziss: gruppo interessantissimo e difficile da inquadrare. Fanno un hc metallico, cadenzato con sporadici momenti votati alla melodia. Ottimi. Vi segnalo l’uscita del loro full-length per la connazionale PerKoro.
I Destiny ( gia’ recensito in questa sede il loro cd di debutto ) sono la fotocopia esatta dei PoisonTheWell e i loro 3 brani sembrano 3 inediti presi dalle sessions di “ The Opposite Of December: A Season Of Separation “ per cui….fate vobis.
Concludo con i Self-Conquest (e rileggetevi la recensione della raccolta ‘ the Crossroad Project ): che dire? La promessa dell’ hc tedesco? Brutalita’, tensione, emozioni intense e comunicate tramite un impatto sonoro impressionante. Provate a smentirmi. A quando l’uscita di un cd tutto loro?Per ora scovate questa compilazione.

Voto: 8

Link correlati:www.beniihanarecords.de