Antanas Rekašius ‘Fonogramatika’

(Music Information Centre Lithuania 2016)

Le composizioni del lituano Antanas Rekašius (1928-2003)
mescolavano complessità, armonie di stampo popular, elementi
di jazz libero ed una forte propensione all’ironia se non proprio al
grottesco.
L’ensemble londinese Apartment House,
specializzato nel riproporre temi contemporanei/sperimentali, lavora
materiali di Rekašius, restituendoci un’insieme in bianco e
nero dai tratti superficiali insinuanti che, strada facendo, si apre
ad inquadrature di forte impatto emotivo.
Quasi una sorta di
cartoon tragico e sbilenco, che sogghigna e nel frattempo scandaglia
le piccole miserie che infarciscono il quotidiano.
Ne vien fuori
un quadro generale che contempla sofferenze, introversioni e piccole
gioie sensuali.
Con i nervi a fior di pelle e parecchi
contrasti.
Fra malinconie pianistiche, schizzi cameristici e
l’urto in lontananza di una possibile, diversa e non convenzionale
ipotesi folk.
Silenzi e intensità, attimi di caos free,
cellule melodiche e decostruzioni ritmiche.
Massa acustica che a
contatto con il nostro scombinato oggi, par quasi irrobustirsi.

Voto: 8

Link correlati:Music Information Centre Lithuania Home Page