Ben Bennett / John Collins McCormick ‘Pluperfect’

(eh? 2016)

Percussioni e membrane, laptop e tamburi amplificati.
Registrati
dal vivo al Marlboro College (Vermont) nel 2015.
Due (troppo)
lunghe performance che piegano fra colpi singoli trattati, brevi
silenzi, micro meccanismi in movimento, strusci metallici, rimbalzi
profondi, piccoli manuali di ornitologia zoppa, qualche
rimando/rattoppo etno/tribale e un poco di ematomi violacei in
libertà.
La botta se l’approccio è svagato, può
esser pesa.
Ma l’effetto ammasso rovinoso/gratuito vien
risparmiato.
Panoramiche d’insieme claudicanti e rattrappite,
traforate di frequenze ostinate, dove le voci strumentali,
argomentano senza sovrapporsi insensate.
Scatti, impatti e una
certa sgualcita distensione (da ortica fra le mani…).
Se amate
il suono di sedie dialoganti, fatevi sotto.
(La prossima volta se
possibile, anche un poco meno. Settantuno minuti son proprio volerci
male…).

Voto: 6

Link correlati:Public Eyesore Records Home Page