Ronny Taylor ‘Karaoke’

(Calista Records/Damjam 2015)

Si potrebbero definire gli otto arrembanti strumentali squadernati in “Karaoke” dei/dai Ronny Taylor come buoni esempi di “lounge music agli steroidi” (cfr. il piglio de La giornata base del ghepardo): piacevole sottofondo caciarone, con le tastiere di Zevi Bordovach ad assicurare la liquidità necessaria (Midnight karaoke) e la chitarra di Giuseppe Franco ad alzare il volume (Pritish bop). I quattro torinesi – a comporre la sezione ritmica sono il batterista Mario Rossi e il bassista Paolo Brondolo, decisamente incalzanti (cfr. Circlepit, squarepit, trianglepit) − li possiamo immaginare ad inquietare altoparlanti di aeroporti e centri commerciali con le loro elucubrazioni (Supertanker disaster), sempre godibili però come le colonne sonore dei film di Bud Spencer e Terence Hill (cfr. La teoria dei 10 secondi, e rivivono i Brutopop).
Registrazione, mixaggio e master curati da Paolo Gibin e Matteo Nigrotti (Damjam Studio, Torino), l’estate scorsa: per contatti ronnytaylormusic@gmail.com

Voto: 7

Link correlati:Ronny Taylor Facebook Page