Venison Whirled ‘Tetragrammatones’

(Eh? 2015)

Di Lisa Cameron da Austin, avevamo parlato in occasione
della sua precedente uscita su Kendra Steiner Editions, “The
Many Moods Of Venison Whirled”.
In quel caso, la
percussionista e compositrice elettroacustica istantanea, proponeva
un panorama lisergico, grondante di feedback.
Non proprio
consigliato a tutti, ma le antenne di qualche sinistro individuo,
avevan trovato più di un buon motivo per vibrare.
La grana
esposta in “Tetragrammatones” par leggermente più
fina (ma pur sempre per frequentatori della frontiera).
Sconquassi
ululanti che parevan brandelli di corpo rock abbattuto (ieri), una
visione/percezione statico/ascensionale (l’oggi).
Elettroacustica
isolazionista (per chi necessita di sigle), in disposizione
ambientale in apparente stato immobile.
Mics a contatto, dei
rullanti, amplificatori e berimbau.
Di azione corporea e utilizzo
acustico degli spazi a disposizione.
Feedback in innesco
trattenuti , profonde stratificazioni di pelli sfiorate e cordiere
tremolanti, la risonanza metallica del berimbau.
Quattro estese
tracce riprese dal vivo.
Come un profondo respiro.

Voto: 8

Link correlati:Public Eyesore Records Home Page