Stefano Spataro ‘Solquest Is Dead (But I Feel Fine, Thanks!)’

(Hysm? 2014)

Edito in precedenza dai tipi di Swollen Avantgarde,
“Solquest Is Dead”, intercetta una siderurgica scia
lisergica.
Tutto (o quasi) in solo, accatasta materiali
Spataro.
In strati densi e fratturati.
Di concretismi ed
approccio free, abbrutite visioni caleidoscopiche e kraut
avariato.
C’infligge qualche garbata coltellata più
rumorosa, si congeda in tiro cosmico/tribale e gli sfugge pure un Pop
Group
tratto da “Y” (Blood Money).
Del
trapasso di Solquest ce ne faremo una ragione.
Nel
frattempo questo ammacca con grazia.
Daje!

Voto: 7

Link correlati:Hysm? Blogspot Page