Bug Jargal ‘Bug Jargal’

(Aut Records 2014)

A queste altezze, un certo senso di vertigine ci può
stare.
D’ispirazione aliena questa session di registrazione datata
1995.
Con il sax soprano e le tastiere di Luciano Caruso,
il Fender Rhodes, la voce e i nastri di Giorgio Pacorig, la
batteria di Nello Da Pont, impegnati nel circoscriver il
perimetro di un’espressione libera e combattiva.
Ben ha fatto la
Aut, a far si che queste registrazioni non andassero
perse.
Impro, cangiante e sospesa nel vuoto, calderone ribollente
d’umori e segnali.
Atmosfere dilatate e astratte, spasmi Davis,
l’urlo afroamericano trasfigurato, sensualità ed incedere
strascicato/tumefatto (non distante per sentire, dalle soluzioni
adottate da Clock Dva, This Heat e dai precursori
Faust, Henry Cow / Slapp Happy.
In fiera
opposizione al primitivismo in circolo tutt’attorno.
Memorabile.

Voto: 8

Link correlati:Aut Records Home Page