Pop Gradara 2005

 Rassegna Invernale Al Teatro Comunale di Gradara (PU): Dagli Stati Uniti Chris Leo ed Akron/Family. Click Per Infos.

POP-GRADARA 2005


Rassegna invernale al Teatro Comunale di Gradara (PU):
dagli Stati Uniti Chris Leo ed Akron/Family


Dopo il successo di “Pop-Gradara”, festival settembrino nella Rocca (rassegna stampa disponibile nell’archivio documenti del sito www.popgruppo.net) nuova rassegna autunnale/invernale di musica folk/rock indipendente al Teatro, promossa dall’Associazione Pop-Gruppo con la preziosa collaborazione del Comune di Gradara.
I primi ospiti della rassegna saranno due artisti americani: Chris Leo e Akron/Family provenienti rispettivamente da Boston e da New York. Si esibiranno al Teatro Comunale di Via Zanvettori, nel borgo medioevale.



CHRIS LEO (Usa – ex-Native Nod, Van Pelt, Lapse) in concerto
(in apertura: DAMIEN* unplugged)
MERCOLEDI 2 NOVEMBRE ORE 21:30 TEATRO DI GRADARA (posti limitati)
INGRESSO (POSTI LIMITATI): 7 EURO (SOCI POP-G) 10 EURO (INTERO)
possibilità di associarsi e sostenere la causa “pop” con quota non rinnovabile di 5 euro


In concerto acustico dopo sei anni di assenza dai palchi italiani, Chris Leo proporrà una serie di canzoni del suo nuovo repertorio solista e perle disseminate nell’arco della sua lunga e prolifica discografia con le band Lapse e Van Pelt, piccole icone dell’emo-indie-rock statunitense. In occasione dello spettacolo al teatro Chris presenterà anche il suo nuovo libro, dal quale sono estratti proprio alcuni dei nuovi brani.


“Chris Leo (da Boston, USA) è un giovane ma già navigato musicista che ha scritto pagine importanti nell’ambito dell’indie rock statunitense. Attivo dapprima con i misconosciuti Native Nod e poi con gli ottimi Van Pelt, autori di due album tra cui l’emozionante The Sultans of Sentiment, Leo attualmente guida The Lapse, originariamente un duo condiviso con la graziosa bassista nipponica Toko. Oltre ad un legame artistico tra i due c’è anche un “tormentato” rapporto sentimentale che purtroppo si conclude lo scorso anno con la stessa Toko che abbandona il gruppo per entrare a far parte degli Enon, band guidata dall’ex Brainiac John Schmersal. Fino ad allora i The Lapse incidono due apprezzati album come Betrayal e Heaven Ain’t Happenin’, lavori che si distinguono per un sound scarno e viscerale unito a valide liriche che scavano tra sociale e intimismo. I brani sono un fiume di distorta melodia su cui la voce di Chris Leo si esprime con lucida rabbia, una semplicità che diviene un vero e proprio oggetto di culto per tanti estimatori, molti dei quali proprio in Italia.” (Fonte: kataweb musica)


Web:
http://www.southern.com/southern/band/VANPT
http://www.popgruppo.net/chrisleo.php
http://www.damienlive.com


Cartella stampa:
http://www.popgruppo.net/archivio.php?dir=archivio/documenti/Chris%20Leo_comunicati%20e%20foto%20high%20res


*****


AKRON/FAMILY (Usa – Young God Records) in concerto
(in apertura: ATHEBUSTOP concerto acustico)
DOMENICA 6 NOVEMBRE ORE 18:30 TEATRO DI GRADARA (posti limitati)
INGRESSO (POSTI LIMITATI): 10 EURO (SOCI POP-G) 12 EURO (INTERO)
possibilità di associarsi e sostenere la causa “pop” con quota non rinnovabile di 5 euro


Provenienti dalla più profonda campagna americana, Ryan Vanderhoof (chitarra e voce), Dana Janssen (batteria), Miles Seaton (basso) e Seth Olinski (chitarra e banjo) si sono trasferiti nel 2002 a New York City, hanno affittato un minuscolo appartamento a Brooklyn e ne sono usciti con un pugno di grandi canzoni, lunghe barbe (vedere foto) e un nome (molto probabilmente destinato a diventare famoso) che designa l’unità e lo spirito che regna tra i quattro: Akron/Family . Michael Gira (Swans, Angels of Light e boss della Young God, l’etichetta che ha lanciato Devendra Banhart) li ha visti suonare ed è rimasto stupefatto, colpito dalla facilità con cui un “delicato country folk americano si trasformasse in modo perfettamente naturale in rumore elettronico, poi sfociasse in crescendo esplosivi, si aprisse a creative improvvisazioni e terminasse in spirituals quasi psichedelici” e ammaliato dall’uso simultaneo delle loro voci, come in una versione eccentrica di Beatles, Beach Boys o The Band. Dalle canzoni registrate nell’appartamentino di Brooklyn -talmente tante da riempire ben 3 albums- si è materializzato l’esordio (omonimo) degli A/F, recentemente acclamato da critica e pubblico e sicuramente candidato ad un posto di rilievo nelle playlist di fine anno.
Seppur giovanissimi (in media 25 anni), gli A/F dimostrano una grande padronanza dei propri mezzi e un’eccezionale maturità compositiva attingendo ai più svariati registri musicali. “Prendono le mosse da quelle suggestioni folk rivisitate e da radici profonde e lontane: arpeggi ruvidi, cadenze a tratti blues o gospel, rumori di fondo e field recordings usati in maniera personale e varia a spezzare il fluire dei brani, atmosfere sperimentali e sfondi percussivi e moderni.” (Blow Up).


Web:
http://www.akronfamily.com
http://www.athebustop.net
http://www.popgruppo.net/akronfamily.php


Cartella Stampa:
http://www.popgruppo.net/archivio.php?dir=archivio/documenti/AkronFamily_comunicati%20e%20foto%20high%20res


 


Associazione Culturale Pop-Gruppo
www.popgruppo.net
info+popgruppo.net (sostituire + con @)