Rarovideo Produzioni News

Il Film Di Fernando Di Leo ‘Il Boss The Boss’ In Doppio DVD.

 


 


 


 “…un atto di accusa e di svelamento dei meccanismi mafiosi, dalle connivenze con la politica a quelle con la polizia e alle alte sfere ecclesiatiche che non ha paragoni nel cosiddetto cinema di impegno civile del periodo”



 


Fernando di Leo – doppio dvd


IL BOSS THE BOSS
1973, Italia, 105 minuti, colore
Versione originale italiana con sottotitoli opzionabili in inglese e versione inglese


Regia: Fernando di Leo
Soggetto: dal libro “Il mafioso” di Peter McCurtin
Sceneggiatura: Fernando di Leo
Fotografia: Franco Villa
Musiche: Luis Enriquez Bacalov
Montaggio: Amedeo Giomini
Cast: Henry Silva (Lanzetta), Richard Conte (Don Corrasco), Gianni Garko (commissario Torri), Antonia Santilli (Rino Daniello), Pier Paolo (Capponi Cocchi)
Produzione: Daunia ‘70


KILLER VS KILLERS
1985, Italia, 85 minuti, colore
Versione originale italiana con sottotitoli opzionabili in inglese


Regia: Fernando di Leo
Soggetto e Sceneggiatura: Fernando di Leo
Fotografia Cinematography Roberto Gerardi
Musiche: Franco Campanini
Montaggio: Amedeo Giomini
Cast: Henry Silva (Sterling), Edmund Purdom (il boss), Dalila Di Lazzaro (cantante di night), Albert Colajanni (Ferrari), Franco Diogene (Hagen)
Produzione: Robur Film


Extra:
• Documentario Storie di mafia
• Biografia e filmografia del regista
 


Terzo capitolo dell’ideale trilogia sulla delinquenza organizzata, che di Leo aveva iniziato con Milano calibro 9 e proseguito con La mala ordina, Il boss esplora l’universo mafioso partendo dal best-seller omonimo dello scrittore americano Peter McCurtin. Il libro è tuttavia poco più di uno spunto, perché di Leo immerge le dinamiche del plot nella realtà storica italiana di quegli anni, realizzando, oltre che un film di ineguagliata compattezza narrativa anche rispetto agli altri suoi capolavori, un atto di accusa e di svelamento dei meccanismi mafiosi, dalle connivenze con la politica a quelle con la polizia e alle alte sfere ecclesiatiche, che non ha paragoni nel cosiddetto cinema di impegno civile del periodo. Le sferzate, peraltro, non caddero a vuoto e la produzione venne querelata da un allora Ministro del Governo che si riconobbe alluso nel ritratto – oltre che nel nome – di un affiliato a Cosa Nostra. Cupo, nichilista, chiuso a morsa nella raffigurazione di una città, Palermo, fatta di una notte perenne, Il boss è una sorta di punto di non ritorno nella cinematografia dileiana e probabilmente il suo film più sentito e disperato. Il protagonista Henry Silva era un aficionado del regista, che lo richiamò anche nel 1985, dovendo realizzare Killer vs Killers, pensato con l’intento di rifare Giungla d’asfalto di Huston. Per quanto l’arte di Di Leo dovesse qui scontrarsi con drammatiche limitazioni economico-logistiche, la pellicola risultante ha le caratteristiche di un buon prodotto di consumo, ricca di azione ed efficace nella definizione di alcuni personaggi, a cominciare proprio da Silva, che dà vita a un sicario silenzioso e gelido, il cui nome, Sterling, è un omaggio a Sterling Hayden, protagonista del classico di Huston. Killer vs Killers rimase inedito al cinema in Italia ed è questa la prima occasione di rivederlo nella sua forma originale e rigorosamente integrale.
 


Cordiali saluti
La redazione


Per ulteriori informazioni visitate il nostro sito www.rarovideo.com oppure scriveteci info@rarovideo.com per qualsiasi suggerimento, informazione curiosità.