Faust/Dalek ‘Derbe Respect, Alder’

(Staubgold-Klangbad/Wide 2004)

Singolare progetto nato dalla la collaborazione tra Faust e Dalek, i primi sono degli irriducibili rumoristi provenienti dall’ondata del cosiddetto kraut rock tedesco degli anni ’70, i secondi sono americani, del New Jersey per l’esattezza, e da qualche anno sperimentano in ambito hip-hop. Viene fuori questo Derbe Respect, Alder che cerca di far convivere due culture e due immaginari musicali distanti fra di loro anni luce ma che vicendevolmente sembrano quasi completarsi in un insieme di atmosfere cupe ad alto tasso emozionale. Una musica acida che è un assemblaggio di elementi di varia natura: chitarre processate, lamenti, rumori concreti, ritmi hip-hop mutati in apparati industrial e rotture free. Non c’è luce in questo disco e neanche un punto di riferimento preciso, nemmeno nel remake di ‘T-electronique’ – episodio di chiusura a firma Faust, tratto dall’album Ravvivando del 1999 e quì rivisitato in chiave hip-hop – dove le voci sono rauche, i versi pesanti e le atmosfere confondono ancora gli orizzonti. Un disco che potrebbe benissimo suonare come prodotto dai Nine Inch Nails sotto una massiccia dose di chetamina, un’ennesima tappa raggiunta dall’entità Faust in un viaggio oramai ultratrentennale che non smette di regalarci tensioni ed emozioni.

Voto: 8

Link correlati:Staubgold