Ultimate Fakebook ‘Open up and say awesome’

Il gusto per la melodia, chitarre aggressive ma non troppo, spirito adolescenziale (anche se non lo sono), voglia di divertirsi e di divertire senza troppi intellettualismi, college rock, power pop……..: ecco a voi gli Ultimate Fakebook dell’indipendente Initial Records.
Secondo un’affermazione del leader Bill McShane, la sua aspirazione principale è sempre stata quella di scrivere una memorabile popsong e questo e immediatamente riscontrabile all’ascolto del disco. Canzoni dalla presa immediata, ritornelli facilmente memorizzabili, dove le chitarre e la base ritmica seppur energiche sono in funzione della melodia, senza mai infastidire o creare “inutili” rumorismi.
Originalità è sicuramente un aggettivo inutilizzabile per descrivere gli Ultimate Fakebook, i riferimenti e le somiglianze sono infinite, (Weezer, Red Kross, Posies, Fountains of waine……) ma ciò non grava sulla riuscita del disco, dodici tracce tutte su buoni livelli, dall’iniziale energica Wrestling leap year, alla bellissima Forever Forever, potenziale singolo dalla melodia accattivante, così come la conclusiva Popscotch party rock.
Non ci sono cadute di tono tra le dodici tracce del lavoro, che scorrono divertendo come un “college film” alla American Pie (non è un insulto), di cui potrebbero essere colonna sonora ideale.

Voto: 7

Link correlati:Ultimate on line