Stefan Christoff / Post Mortem ‘Tape Crash #12’

(Old Bicycle Records 2015)

Split numero 12 per la serie “Tape Crash”.
Di giro
fra Canada (Christoff) e Olanda (Jan Kees HelmsPost
Mortem
).
Sei brani per il primo, tra field recordings, gocce
di piano e qualche arpeggio meditabondo, a dir ambient non si
sbaglia, di quella chiaroscurale, con lo sguardo che vaga fra il
bianco assoluto tutt’attorno e il cielo acceso più in alto
(nella capa si accende una fioca lucina Raffaele Serra, buon
segno).
Di gestualità sobria e minimale, un breve spazio di
serena riflessione.
Lungo brano singolo per Post
Mortem
Maggiormente carico di burrasca (di non respingente
scontrosità).
Evocativa destrutturazione cinematica (post
industrial).
Di ambiente catturato, inceppi, eventi naturali e
corpi in movimento.
Una linea di piano malinconica, qualcuno che
bercia in lontananza, petruzzelle spigolose a mordicchiar i
piedini.
Il panorama nonostante qualche nube livida all’orizzonte
è invitante.
Non lasciatevi spaventare.

Voto: 8

Link correlati:Old Bicycle Records Home Page