Poison Deluxe ‘The dead tree blues’

(Go Down Records/Audioglobe 2010)

Intrigante questo lavoro dei Poison Deluxe, gruppo formato da Max Ear alla batteria (dietro le pelli anche negli Ojm e socio della Go Down), Frank Pugile cantante e chitarrista (ex degli Ojm) e Stefano Paski a: basso, piano basso ed organo (ora in formazione anche negli Ojm). Se volete potete interpretare questo gruppo come un side-project degli Ojm, può anche essere, ma il risultato non cambia, dato che i dodici brani scorrono e si lasciano ascoltare che è una bellezza.
I riferimenti musicali di questo trio sono abbastanza variegati e ruotano tutti intorno al miglior indie-rock Usa.
I Poison Deluxe, infatti, sono riusciti a miscelare molto bene gli schematismi percussivi di Jack White con le tastiere doorsiane, nella controversa Keep on run, il Beck degli esordi in Ociodei e nel crescendo boogie di Vortex blues e l’inevitabile Josh Homme nella stralunata I can run my way, oltre che nei riffoni presenti in A free demostration, dove il trio trevigiano evidenzia la vena pop del musicista californiano.
La bellezza di questo disco è che è stato suonato con assoluta tranquillità e con rilassatezza, il trio, infatti, non vuole dimostrare niente di particolare, se non divertirsi e suonare. Un atteggiamento che in molti oggi hanno perso.

Voto: 8

Link correlati:Go Down Records Home Page