Timeless Pulse ‘Quintet’

(Mutablemusic 2007)

La vista dei partecipanti al Timeless Pulse, inevitabilmente, è come porre lo sguardo su alcuni dei mostri sacri più in voga dell’avanguardia novecentesca. Non può essere altrimenti, visto che s’incontrano sul piano creativo la voce di Thomas Buckner, la storica fisarmonica di Pauline Oliveros, i live-electronics di David Wessel e le percussioni di George Marsh e Jennifer Wilsey.
I membri avranno pensato che intitolando l’ultima produzione con una dicitura nitida e schietta come “Quintet” sarebbero riusciti più facilmente a infondere l’importanza riposta alla struttura(zione) portante dell’ensemble. E’ accurata, ‘matematica’, calibrata nei minimi dettagli la musica di questo quintetto: scampoli di contemporanea, minimalismo e improvvisazione danzano equi senza predominare l’uno sull’altro. Compaiono a turno, salgono e scendono con i propri toni e le proprie intemperanze secondo una metodologia feldmaniana: a guizzi improvvisi, seguendo una conformazione zen, contemplativa anche nella scelta di diverse armonie. L’accurata combinazione dei musicisti, le loro distinte ‘scuole’ di provenienza interpretano il ruolo di primadonna, eleggendo un ibrido che farà rispolverare nello stesso arco temporale AMM, Deep Listening Band (in maniera davvero notevole) e Günter Müller. Uno dei difetti del cd è quello di allungare troppo la corda su talune delle cinque composizioni presenti: uno ‘scritto’ sonoro quale 21 sarebbe stato frazionato in due parti senza problemi, scindendo il lato misticheggiante della prima parte con quello più scosso della seconda; e lo stesso vale per Just Play. Il target di musica complessa, calorosa ma intensamente tenebrosa persiste durante il cammino completo dell’opera, fuoriuscendo in particolar modo dalla gravosa timbrica vocale di Buckner e dal set percussivo impiegato, che include metalli vari, gongs, cimbali e campane. Grande come sempre la fisarmonica di Miss Oliveros, geniale nello spargere pennellate pungenti, pastose e colorate da astratte venature ‘popular’.

Voto: 7

Link correlati:Mutablemusic – avant label