Week End Infiammato con Indierocket Concerti (PE)

La Comunidad Party (The Hospitals, Need new Body..) et cetera

INDIEROCKET concerti www.8records.net/rocket


LAPDANCE promotion www.lap-dance.org presto online !!

 

 

Il WeekEnd in arrivo si rivela denso di appuntamenti da non perdere

 

—————————————————————————————–

 

per iniziare consigliamo Venerdì 11 Novembre presso l’ECOTECA

la Star Monkey di Bologna organizza il concerto dei talentuosi WATER IN FACE

il promettente giovane duo bolognese vi lascerà a bocca aperta

proponendo un rock virtuoso ed anthemico, evocativo di atmosfere 90’s,

se amate Nirvana, Husker Du, Blues Explosion.


 

—————————————————————————————–

 

si continua con SABATO 12 NOVEMBRE al WAKE UP! Via A. Doria – Pescara

 

un piccolo festival per festeggiare la fine del progetto comunitario “La Comunidad”

 

– i concerti inizieranno perentoriamente alle 22.00  e saranno assolutamente gratis!!! fino alle 00.00

 

info dettagliate / foto alta risoluzione / mp3 / cartelle stampa: http://www.8records.net/rocket/comunidad_comuniucato_stampa.html

 


“La comunidad” è il nome di un progetto che il Comune di Pescara ha inserito tra quelli previsti dall’Agenda 21 Locale e che si propone di accorciare le distanze tra i giovani e il “palazzo” comunale attraverso un’incisiva collaborazione delle nuove generazioni al bilancio partecipato della città. Al termine di questo progetto, un eccezionale concerto accenderà la notte pescarese del Wake Up! che ospiterà tre band rock per un live set che durerà sino all’alba. Protagonisti gli americani “The Ospitals” e “Need New Body” e il duo tedesco formato da Barbara Morgenstein e Robert Lippok. Il tutto coronato dall’esplosivo dj set post punk electro wave e affini di CONTAMINATED POPULATION ! Organizza Indierocket Concerti e LapDance Promotion.

 

 


° THE HOSPITALS (LOAD)


USA rock’n’roll

 

Hotmail has replaced this image to help protect your privacy.  Click 'Show images once  or  Add sender to safe list' above to display images if you trust the sender of this message.

 


Dopo il successo del precedente tour, torna in Europa, la cult band di San Francisco più spiritata ed insana del rock’n’roll Americano. I The Hospitals nascono come assalt duo dalla irruente personalità di Adam Stonehouse, vocal e batterista tra i più selvaggi mai visti, ispirato dalle noise bands giapponesi nonchè da TheScientists, Flipper, Electric Eels. L’opera prima esce nel 2004 per la casa madre del rock’n’roll statunitense, In The Red Records, portando la band sulle cronache del noise rock, tanto che la francese Yakisakana Rec. pubblica nell’aprile 2005 un 12″ che oltre alla top track Rich People, contiene visionarie covers dei Fingers, The Who, Homosexual, Royal Trux, Harry Pussy e The Kinks. Nel frattempo ad Adam Stonehouse e Ned Meiners, si unisce alla seconda chitarra Rob Enbom ed il loro nuovo album ” I’ve Visited the Island of Jocks and Jazz ” , prodotto da Chris Woodhouse, viene pubblicato nel settembre ’05 dalla outsider Load Rec. di Providence (Rhode Island- Usa): allucinazioni garage tra Alan Vega e Royal Trux per un genuino killer sound!


 

° NEED NEW BODY (5RC/KILL ROCK STARS)


USA art-rock

 

Hotmail has replaced this image to help protect your privacy.  Click 'Show images once  or  Add sender to safe list' above to display images if you trust the sender of this message.

 

Electro-dance alla Kraftwerk, psychedelia radioattiva alla Red Krayola, fughe incalzanti alla Thinking Fellers Union, dada-punk, lo-fi al fulmicotone,  esilaranti interludi per piano e voce o per solo banjo, brandelli di free-jazz e parodie della Arkestra di Sun Ra.  Need New Body, da Philadelphia: un gruppo mosso da sacro furore!  I Need New Body sono un collettivo art-rock o fre(e)ak-wave recentemente assurto agli onori delle cronache musicali …

 

° ROBERT LIPPOK (dei TO ROCOCO ROT) & BARBARA MORGENSTERN (Monika Enterprise)


GERMANIA electronic live set

 

Hotmail has replaced this image to help protect your privacy.  Click 'Show images once  or  Add sender to safe list' above to display images if you trust the sender of this message.

 


Dici elettronica e pensi alla Germania, ormai è un binomio praticamente indivisibile, e vengono alla mente etichette come Morr, City Centre Offices, Gigolo e Monika Enterprise. Proprio per quest’ultima esce questo lavoro a doppia firma: Barbara Morgenstern ha già alle spalle quattro lavori solisti, mentre Lippok è forse più famoso per il suo lavoro con i To Rococo Rot. Insieme producono l’album che ti aspettavi: un’elettronica delicata fatta di micro rumori, movimenti pop e voci soffuse. Lippok porta con sé la sensibilità melodica, già presente nei lavori dei To Rococo Rot e nella sua esperienza come solista; la Morgenstern, più avvezza a intellettualismi sperimentali, aggiunge quel tocco “contemporaneo”.


 Una collaborazione artistica già sperimentata e matura quella fra la musicista berlinese Barbara Morgerstern e Robert Lippok. Strutture minimali, ritmiche tecnoidi, melodie scarne ma assai funzionali. Accenni di pop ed electro che nell’estrema semplicità mai indulgono a soluzioni ineleganti o banali. La sostanza si fa densa già a partire dalla seconda incisione con gli interessanti apporti vocali della giapponese Mieko Shimizo. Influssi e vibrazioni esotiche, virate in stile altrettanto intimista, quando è Damon Aaron dei Telefon Tel Aviv ad intrecciare le strofe (in ‘If The Day Remains Unspoken For’). Loop e pianoforti, filtri, ‘gliccerie’, synth e chitarre. Stile vigile, che non deborda in inutili fronzoli. Testimoni contemporanei ed attenti di grazia e sperimentale accuratezza.


 


i concerti finiranno alle ore 01.00

a seguire fino alle ore 01.30 dj set a cura del

colletivo CONTAMINATED POPULATION

 


—————————————————————————————–




 

E per finire un grande evento, di quelli con la E maiuscola,

è con grande giubilo che annuncio il concerto, forse, dell’anno.

 

I MONO al MONO (Spazio Bar)

dal Giappone il Suono del Vento.



 

TEMPORARY RESIDENCE records

 

MONO + WORLD’S END GIRLFRIEND

DOMENICA 13 NOVEMBRE @ Mono Spazio Bar
H. 22,00

Ingresso 5 euro

 

Hotmail has replaced this image to help protect your privacy.  Click 'Show images once  or  Add sender to safe list' above to display images if you trust the sender of this message.

 

web utilities (mp3/promo pics):



 

Nelle vite confuse e caotiche di tutti noi, ci sono poche certezze e molte approssimazioni. Spesso non basta appigliarsi a solide realtà per dare forma alle nostre vite; a volte è necessario invece proprio spingersi oltre la geometria delle cose, per sublimarsi nella intangibilità eterea dell’immaginazione. Ed è proprio a questo punto che si sente il richiamo di qualcosa che vada oltre la quotidianità e l’omologazione, e spesso ci si rifugia in sensazioni che non spiegano nulla, ma avvolgono tutto. La musica dei MONO è tutto questo, e subito dopo non lo è più. Dopo un esordio (‘Under The Pipal Tree’) uscito per l’etichetta di John Zorn, la Tzadik, ed un secondo lavoro, ‘One Step More And You Die’, austero e malinconico, la band di Tokyo poteva dare qua e la l’impressione di non arrivare sempre alla quadratura del cerchio. In realtà quell’impressione era causata dalla mole massiccia di idee e trame musicali che li hanno forse imbrigliati invece di farli esplodere.
Grazie anche alla supervisione di Steve Albini, con questo “WALKING CLOUD AND DEEP RED SKY, FLAG FLUTTERED AND SUN SHINED” (RYKO) il quartetto giapponese tira fuori, con immensa classe, un opera ispirata, orchestrale e quasi chirurgica, soprattutto nella grande capacità di alternare fragorose impennate di rumore sonico a momenti invece di grande lentezza e dolcezza. I MONO citano tra i loro principali riferimenti i Greatful Dead ed i Sonic Youth, ma è fin troppo evidente che in realtà sono la parte più oscura e sanguigna del sound postrock proprio di band quali Slint, Godspeed You! Black Emperor e Mogwai. Un album indispensabile per chi ama emozioni forti e contrastanti.


 


—————————————————————————————–

 


INDIEROCKET CONCERTI /


++39.338.25.91.834

 

LAPDANCE PROMOTION /