Trasporti Marittimi Festival

Lecce 26-31 dic con Sylvain Chauveau, Cut, To The Ansaphone…


Trasporti Marittimi


International Productions


 


 


 


Via Fratelli Bandiera, 21


73043 Copertino (LE) – I


www.trasportimarittimi.org


Tel.: ++39 (0)832 948953 (morning only)


Gsm: ++39 333 1019110


 


FESTIVAL TRASPORTI MARITTIMI


 


Festival di musiche trasversali, dal 26 al 31 dicembre 2003,


sotto una tenda da circo itinerante nel Salento


 


 


L’agenzia “Trasporti Marittimi – International Productions” specializzata in produzioni di spettacoli culturali organizza il festival “Trasporti Marittimi” da tenersi in vari comuni del Salento, nei giorni 26, 27, 28, 29, 30 e 31 dicembre 2003.


 


Il festival è itinerante e si svolgerà sotto una tenda circense arredata e con una capacità di 700 spettatori. La tenda si muoverà nell’area del Salento.


Gli spettacoli proposti variano in tutti campi musicali (avant-rock, avant-jazz, reggae, dub, contemporanea, electronica, dj set, …). La scelta delle proposte è basata sulla volontà da parte della Produzione di scoprire e divulgare ricerca e qualità.


 


Si rivolge ad un pubblico senza età, curioso e di spirito giovane ed avventuriero.


 


Il plateau è internazionale, dalla Spagna, Francia, Germania, Grecia, Stati Uniti d’America, Canada, Italia.


 


Si ospiteranno vari direttore artistici di festival importanti europei: Rockomotives (Francia), Les Eurockéennes de Belfort (Francia), Dour (Belgio), Roskilde (Danimarca), BAM (Spagna), …


 


Sono coinvolti reti televisivi e radio locali, reti televisivi e radio nazionali, reti televisivi internazionali (Arte), articoli su stampa regionale/nazionale/estere, riviste on-line nazionali ed estere, web-radio nazionali ed estere.


 


Pagine intere di pubblicità sono state acquistate su riviste estere (Magic-F, Inrockuptibles-F, RifRaf-B, etc…) e nazionali.


 


Partners ufficiali:


 


– MELTIN’ POT  http://www.meltinpot.com/


– PROVINCIA DI LECCE


– I comuni di MONTERONI, PORTO CESAREO, CURSI, CUTROFIANO,    CASTRIGNANO DEL CAPO, MATINO


 


Programma


 


Ven 26 dicembre                   MONTERONI (LE)


High Grade Sound System (I) /  Rootsman + D.Bo General (UK)  vs Kalyweed (I) / Dj  Delroy (I) + Plunk (I)


 


Sab 27 dicembre                    PORTO CESAREO (LE)


Angle (F) / Sylvain Chauveau (F) / Arca  (F)/ Convolution (USA/S)     


 


Dom 28 dicembre                  CURSI (LE)


Le Grand Orchestre du Désastre (CAN) / Thomas Belhom (USA) / Santa Cruz (F) / Proteus 911  (I)


 


Lun 29  dicembre                  CUTROFIANO (LE)


Le projet aléatoire (F) /  Jelted Meat (I)  /  Cut (I) / Pleo (I)     


 


Mart 30 dicembre                 SANTA MARIA DI LEUCA (LE)


To The Ansaphone (I)  / Migala (S) / L’Enfance Rouge (F/I)     


 


Merc 31 dicembre                 MATINO (LE)


Fino all’alba: TV Lumière (I) / Aerodynamics (I) / Dubital  (I) /Dj Taùfik al Firansyy (TUN) / Dj Faccia di merda (I) / Sir Julien & Mirkopratik + the aerodynamic system (I)


 


Infoline: 0832 948953  /  333 1019110


info@trasportimarittimi.org


www.trasportimarittimi.org


 


 


 


Artisti, gruppi e DJs


 


 


 


Venerdi 26 dicembre, fino all’alba – MONTERONI (LE)


 


Festa di apertura: Sound Systems, Reggae, Dub & DJs fino all’alba:


 


HIGH GRADE SOUND SYSTEM (I)


ROOTSMAN + D.BO GENERAL (UK) versus KALYWEED (I)


DJ DELROY + PLUNK (I)


 


 


 


Sabato 27 – PORTO CESAREO (LE)


ARCA (F)


ARCA è un progetto nato in Francia nel 2000 e che conta attualmente cinque elementi: ispirati da musica, cinema, letteratura e fotografia, si sono ben presto ritagliati un ruolo centrale nell’underground transalpino grazie a un’affascinante proposta musicale in grado di unire elettronica intelligente e chitarre sognanti, atmosfere malinconiche e tiepidi risvegli. Il loro ultimo lavoro, ‘Angles’ (uscito lo scorso Aprile per l’etichetta DSA/Chronowax) è stato recensito entusiasticamente dalle maggiori testate musicali nazionali (Rumore, Blow Up, etc.)


(http://arcamusic.free.fr)


 


SYLVAIN CHAUVEAU (F)    


Titolare di tre album col duo ambient-rock Micro:Mega e di un primo disco solista provocatoriamente intitolato “Le livre noir du capitalisme“, il compositore francese Sylvain Chauveau firma per “Les disques du soleil et de l’acier” un lavoro delicato ed intimista che reca con se l’esperienza di certa musica minimale e cameristica transalpina antica e recente (da Satie a Debussy per arrivare a Yann Tiersen), nonché l’influenza di guide spirituali quali Debord e Godard. “Nocturne Impalpable” accoppia alle crepuscolari evoluzioni di un ensemble di piano, archi, trombe, fisarmoniche e clarinetti i discreti disturbi di scricchiolii appena accennati a saldare le scelte estetiche di vecchi e nuovi riduzionisti. Per la stessa etichetta e utilizzando la sigla ARCA, Chauveau realizza in duo con Joan Cambon anche l’album “Cinematique” un omaggio a Fernando Pessoa condotto sulle ali di una maliarda commistione di dondolii trip-hop e dissolvenze post-rock cui l’impiego di reparti vocali e suoni d’ambiente conferisce una calorosa aura filmica.


Durante l’ultima apparizione italiana ha supportato i SIGUR ROS a Roma.


 


ANGLE (F)


Angle è una band di indietronica proveniente da Tolosa con all’attivo un EP dal titolo ‘Silence Is Better Than Nothing’: le reminiscenze chitarristiche di scuola Slint, combinate con un battito degno dei migliori Hood, hanno conquistato critica e pubblico.


(http://angle.music.free.fr)


 


CONVOLUTION (USA / F)


Un alien. Imaginate Chet Baker con Lydia Lunch, o Miles Davis con Aphex Twin. I piedi dentro la Knitting Factory-NY e la testa in plaça Reale a Barcellona. Tromba, chitarra, voce ed electronics.


Il duo Convolution è il nuovo progetto audio/visivo del newyorkese Mark Cunningham (MARS, No New York, Lydia Lunch, RAEO, Pascal Comelade – tromba, electronics) e della catalana Silvia Mestres (chitarra, voce).


Ultimi concerti:


July 7 New York, Tonic. With Alan Light, Arto Lindsay and Ikue Mori.


July 8 Philadelphia, Community Education Center. With Fursaka and Murcury Djing.


July 9 Washington DC, The Metro Cafe.


July 10 Richmond (Virginia), Hole in the Wall. With Plasmodium.


July 12 Atlanta (Georgia), Eyedrum. With Roger Ruzow and John Bowman.


July 13 Knoxville (Tenessee), The Pilot Light. With The Mexican Soap Opera.


July 14 Nashville (Tenessee), Ruby Green Gallery.


July 15 Memphis (Tenessee), Map Room.


July 16 Louisville (Kentuky), Artswatch. With Keenan Lawler.


July 17 Columbus (Ohio), The Mad Lab. Mark Gunderson


July 18 Newport (Kentuky), Southgate House. With Neato Torpedo.


July 19 Pittsburgh (Pennsylvania), Millvale Industrial Theater. With Roger Dannenberg.


July 20 Toronto (Canada), Arraymusic Studio.


July 21 Detroit (Michigan), Gold Dollar. With Aaron Dilloway.


July 22 Chicago (Illinois), Empty Bottle. With Larval and Lozenge


Aug 12 Boston (Massachusetts), Middle East. With Brokeback.


June 08 and 09th , Bera de Vidasoa, Navarra. North of Spain. ERTZ festival


October 16th Barcelona. Sidecar


March 22nd Bordeaux, France. “TNT”


March 23rd Paris, France. “BATOFAR”


March 30th Marseille, France. “MONTEVIDEO”


17th October , Barcelona. “Caixaforum”


Scheda, foto e MP3 scaricabili da http://www.trasportimarittimi.org .


Primo concerto assoluto in Italia.


 


 


 


Domenica 28 dicembre – CURSI (LE)


 


LE GRAND ORCHESTRE DU DESASTRE (CAN)


30 voci e un gruppo elettrico. Dalla città di Québec, questa gente è: 1) giovanissima 2) senza pudore 3) sexy 4) stonata 5) falsa. Attenzione: rivelazione !!!


Primo concerto assoluto in Italia.


 


THOMAS BELHOM (USA / F)


Batterista di David Grubbs e già collaboratore con Calexico, Giant Sand, Lambchop, Blonde Redhead, Migala, Sparklehorse, Miossec, etc …Vive e dunque lavora con la scena di Tucson, Arizona, USA. Dal vivo, Thomas Belhom è un miracolo di precisione, di savoir-faire e di grande sentimento. Il suo creare e comunicare melodie dolce-amare prende il sopravento sulla sua incredibile maestria a cantare e a suonare tutto da solo e contemporaneamente: batteria (con un tocco degno dei più sensibili jazzisti), chitarre elettriche ed acustiche, samplers, fisarmonica, organo, mille percussioni atipiche, piccolo piano meccanico, etc… Dopo il primo pezzo l’auditore/spettatore dimentica spesso che ha sotto gli occhi un mostro sacro della musica, un musicista completa e raro, e si fa coinvolgere dall’imponente personalità e  sensibilità dell’artista.


 E’ un show incredibile, di una maestria stupefacente e di canzoni estremamente coinvolgente.


Thomas Belhom a appena concluso le registrazioni di “Remedios”, il suo nuovo album da solista per il label francese “Ici D’Ailleurs” (Yann Tiersen, Bed, Fugu, Dominique Petitgrand,…) dove ritroviamo David Grubbs negli invitati.


Scheda, foto e MP3 scaricabili da www.trasportimarittimi.org  .


Primo concerto assoluto in Italia.


 


SANTA CRUZ (F)


2002. Nascita spontanea di Santa Cruz.  Settembre 2003, uscita dell’album « Welcome to the Red Barn ». 15 titoli sotto influenza di Calexico, Neil Young, Johnny Dowd, Tom Waits, Lambchop o Will Oldham. Perfetta colonna sonora per i romanzi di Cormac Mac Carthy (Cavalli selvaggi, Oltre il confine, Suttree …).


E’ un mondo dal cuore selvaggio quello che Santa Cruz, visionari della nostra epoca, evocano in “Welcome to the Red Barn”. Un mondo di sabbia, sudore, sangue. Sono uomini tra le lande deserte ai confini tra mille nazioni, con le sole stelle ad assistere alle notti di solitudine in bivacchi improvvisati. Ma qui, in realtà, il tempo non esiste. Sono storie così prive di qualsiasi via d’uscita da lasciare senza fiato. “Welcome to the Red Barn” si svela essere una vera raccolta di canzoni per un nuovo western depresso e cow-boys nostalgici cavalcando dietro amori perduti.


Santa Cruz è un collettivo di musicisti della scena francese (Red, Twin Bees, Mobili, Laetitia Shériff, Thomas Belhom, …) capitanato da Bruno Green.


Scheda, foto e MP3 scaricabili da www.trasportimarittimi.org  .


Primo concerto assoluto in Italia.


 


PROTEUS 911 (I)


Fondato a Praia a Mare (CS) tre anni fa,  Proteus 911 è già oggetto di culto nella scena avant-rock europea. Il loro ultimo album “Apòkrifos” prodotto da Fabio Magistrali (A Short Apnea, Afterhours, Bugo, Cristina Dona, etc…) è stato consacrato capolavoro dell’anno dalla stampa inglese e spagnola.


 


 


 


Lunedì 29 dicembre – CUTROFIANO (LE)


 


LE PROJET ALEATOIRE (F)


Un mitico duo basso/batteria impro-rock senza compromessi . Il migliore dei lavaggi di cervello, il peggiore rimedio per il mal di stomaco.


Primo concerto assoluto in Italia.


 


JELTED MEAT (I)


Retrogusto slintiano davvero gradevole, con le continue alternanze di ritmo ed un cantato quasi sussurrato che presto si trasforma in rabbiosa rivendicazione. Arpeggi di chitarra pronti ad aprirsi in riffs distorti, ricreando ambientazioni sonore ancora care alla Seattle dei primi anni novanta. Basso chitarra e batteria monolitici, riffs pesanti ed essenziali alternati ad accelerazioni in sedicesimi. Una (rara) rock-band emergente italiana da esportazione.


 


CUT (I)


Il suono della band, che si era fatto apprezzare sin dagli esordi per la sua miscela di energia punk, dissonanze noise ed esplosioni blues tinte di psichedelia anni ’90, si definisce e si rafforza un concerto dopo l’altro, confermando i CUT come una delle più coinvolgenti live bands in circolazione. Carlo e Ferruccio, due fondatori della cult-label Gamma Pop, sono i nostri predicatori preferiti del rock più caldo. Il nuovo disco “Bare Bones” registrato da Juan Luis Carrera e pubblicato ad ottobre 2003 vede i CUT in un’inedita formazione a tre che si avvale della collaborazione della cantante e attrice Cristina Negrini in veste di backing e co-lead vocalist presente a Cutrofiano il 29 dicembre.


 


PLEO (I)


Sperimentatore di musica elettronica, dapprima con i sistemi midi, successivamente con i software di elaborazione audio, comincia la sua collaborazione nel ’97 con il gruppo di rock-avanguardia “ L’ Enfance Rouge “ creando sonorità granulari e aritmiche per i loro live-set. Nell’anno successivo concretizza il primo lavoro solista, “Dyn-Aphonic“, ispirato alle esperienze canadesi sulle mappature sonore. Nel ‘2000 inizia una serie fitta di collaborazioni come il progetto di musica rock-contemporanea “Electric Unremembering” dei Calasin(o)culo, che apre l’interesse verso la composizione ritmica e seriale, ed il progetto “V.O.V.” dedicato soprattutto alle soundtrack delle “stop-motion”. Nel 2001 realizza “Before Breakin’ “: “una volata malsana a 10.000 bit dal piccolo genio dell’elettronica d’avanguardia” dixit L’Enfance Rouge. Opinione confermata dall’art-director Gionni dell’Area Sismica e dell’amato giornalista ultra-specializzato Etero Genio (ex-Blow Up, etc…) L’attività di studio è affiancata dai live-set a base di samplers, synths, apparecchiature retrò come il theremin, e l’immancabile notebook, il tutto sincronizzato con le video installazioni (immagini elaborate al computer, oscilloscopi ecc.)


 


 


 


Martedì 30 dicembre – SANTA MARIA DI LEUCA (LE)


 


TO THE ANSAPHONE (I)


Il Festival Trasporti Marittimi è felice di ospitare un gruppo della neo-nata e già attivissima etichetta toscana fromSCRATCH. Nuovi alieni nel panorama italiano e condannati alla croce dell’indipendenza, To.The.Ansaphone è un gruppo dall’atipicità vincente. Faust, Slint e DJ Shadow sono stati ascoltati e sorpassati.


 


MIGALA (S)


Gruppo madrileno rivelazione della stampa internazionale 2003. Sensibilità malinconica e notturna ma al tempo stesso capaci di una scrittura atipica che si abbevera alle fonti del folk europeo, i Migala sono molto più della “solita” band slowcore, giocando di fino tra il calore della tradizione acustica spagnola  e il gelo del cantautorato americano più oscuro.


Il disco precedente di Migala si chiamava “Arde”, brucia, in italiano: il fuoco di quelle canzoni ha fatto sì che la band vendesse dodicimila copie fuori dai confini nazionali e che il loro tour europeo e americano fosse un successo, coronato dalla stampa americana su Sub Pop del disco. Testi lirici ed incisivi, melodie struggenti a base di arpeggi di chitarra e tastiere atmosferiche, coadiuvati da qualche sprazzo di chitarra distorta a sottolineare i momenti di maggiore crescendo emotivo. Condiscono il tutto le voci spagnole registrate in sottofondo che spuntano qua e là a creare un’aurea di magico nei brani. E poi il mondo esploderà…


Scheda, foto e MP3 scaricabili da www.trasportimarittimi.org  .


Primo concerto assoluto in Italia.


 


L’ENFANCE ROUGE (F / I)


“ …questa maniera di lavorare l’elettricità spinge la nozione di coerenza musicale nelle sue retrovie più inedite… in Francia pochi musicisti sembrano capaci di firmare simili scenari… ”


Les Inrockuptibles (F)


L’ Enfance Rouge. Gruppo Franco-italiano , vive tra Parigi e Tunisi. Più di 800 concerti dal 1993, da Vilna a Tibilisi, da Berlino a Siviglia, da Bruxelles a Siracusa. In teatri, clubs o nei campi profughi in Slovenia  durante l’ultima guerra. Avant-rock, rock sperimentale, improvvisazione, canti sicuri e scardinati. Senza direzioni musicali né frontiere geografiche o artistiche. Confessano in questo momento un interesse speciale per Keiji Haino, Wadih el Safi, la musica classica contemporanea o per le canzoni della guerra civile di Spagna. La stampa ne parla come di un incrocio tra introspezione ed accelerazioni, tra cerebralismo e fisicità. Mai prevedibili.


Rostock-Namur”, il loro ultimo album, pubblicato con Audioglobe, è scaricabile gratuitamente dal sito internet www.enfancerouge.org  . No copyrights. Come sempre, L’Enfance Rouge promette un concerto di un intensità fuori dal comune.


 


 


 


31 dicembre – Fino all’alba – MATINO (LE)


 


Gran final: 3 gruppi e 6 DJs fino all’alba del 2004. Ingresso gratuito.


 


TV LUMIERE (I)


All’ eleganza di questo gruppo il compito di chiudere quest’anno 2003, e speriamo, irrepetibile  per sempre. Non sono iracheni (il festival Trasporti Marittimi ha lavorato a lungo per potere portare degli artisti mesopotamici), ma di Terni, Italia.


 


AERODYNAMICS (I)


L’elettricità più ballabile e strana del momento. Uno combo chitarra/tastiere/basso/batteria perfetto per il primo dance-floor del 2004. Elettropop, wave, techno e lounge. E gioia su Marte.


 


DUBITAL (I)


Dub, come il nome lo dice. Il gruppo di side-men preferiti da Mad Professor e Zion Train.


Il sound dei Dubital parte dal Dub elettronico per arrivare ad acquisire una propria forma originale, scontandosi dal Dub classico mentre rimane fedele alle sue radici. Il primo album dei Dubital, “Lite“, vede la collaborazione di Mad Professor,una figura storica della scena Dub mondiale. Lo sconfinato universo sonoro del Dub è, infatti, quello a cui più propriamente appartiene il suono di Dubital che parte dalle radici della musica jamaicana per arrivare ad una minimale sperimentazione elettronica. Le linee ipnotiche del basso pulsante, i riverberi improvvisi e i delays lunghissimi si impastano con il ritmo in continua variazione della batteria. Un suono a spettro dilatato, ambientale e mistico, cibernetico e abissale per un dub essenziale e futuribile. Il loro live propone una fusione continua tra suoni analogici, partiture e campionamenti digitali e mixaggio live, una connessioni loopata tra musicisti e dub-master.


Roots reggae, minimalismo elettronico, dilatazioni ambient… è verso queste direzioni che si muove la vostra ricerca musicale ?


Esatto! Dub Wise is coming!


Quali consiederate le vostre principali ispirazioni?


Da Public Enemy a Prince Far I, da Richard D James ai Kraftwerk, dai Black Huhru a Philip Glass. Perry, Tubby …………


Tecnologia bassa e alta, suoni con radici profondissime e vibrazioni futuribili… allora la filosofia del dub riesce a riconcialire gli opposti ?


E’ proprio come un cerchio infatti.


Il Dub chiude lo scrigno di questo millennio ed apre uno scrigno nuovo.


Il Dub esiste da quando esistono menti dinamiche.


 


DJ TAUFIK AL-FIRANSYY (TUN)


Da Tunisi ad Ibiza, da Parigi a Matino. Stasera esplosivo ed elegante.


 


DJ FACCIA DI MERDA (I)


Dissacrazione del dance-floor, da parte di una delle mente più attive e groovy della scena italiana. No surrender.


 


SIR JULIEN + MIRKOPRATIK + the aerodynamic system (I)


Techno ? House ? «  … mais ancore plus, mon cher. Bonne nuit et bonne année !!!… »


 


 


Trasporti Marittimi  International Productions


Via Fratelli Bandiera, 21  73043 Copertino (LE) – I


www.trasportimarittimi.org     Tel.:  +39 (0)832 948953 (m orning only)       Gsm.:  +39 333 1019110