Sparkle in Grey ‘The Calendar’

(Grey Sparkle/Under My Bed/Old Bycicle/Lizard/Moving Records & Comics, in collaborazione con l’editore Gattolino 2014)

Oggetto d’arte, grazie alla mirabile confezione di cartone riciclato grezzo, timbrata a mano e con un libretto di ventotto pagine – illustrazioni di Matteo Uggeri, anche protagonista musicale nel CD all’elettronica varia, testi di Gaia Margutti – e raccolta di tredici brani strumentali (tranne Novembre, un poco Leonard Cohen, molto Simon & Garfunkel), sospesi tra accenti tardo progressivi e “folk” (la chitarra classica di Alberto Carozzi, protagonista di quasi tutto il CD: cfr. Settembre) e sbriciolature “concrete” (cfr. Luglio) e “glitch” (Dicembre): questo è il calendario registrato oramai sette anni fa dai lombardi Sparkle in Grey (in questa prova sono della partita, oltre a Uggeri e Carozzi, anche il violinista e violista Franz Krostopovic e il bassista e polistrumentista Cristiano Lupo).
“The Calendar” in effetti mette proprio in fila i dodici mesi dell’anno, più un fantasmatico tredicesimo (fantasmatico come la sega di Alessandro Piperno in Settembre), nel segno di un afflato ecologico e magico/mistico molto anglosassone, ma anche molto mitteleuropeo (lo si sente particolarmente nell’organetto di Francesco Giordani e nel violoncello di Alessandra Spinetti: cfr. Giugno); il tutto in un modo elegante e sobrio – merito anche del “mastering” di Ian Hawgood – come, a mero titolo di esempio, il clarinetto di Letizia Sechi in Agosto.

Voto: 7

Link correlati:Old Bicycle Records Blogspot Page