Noesìa ‘Scopri Cosa C’è di Male’

(Libellula/Without Music 2010)

I Noesìa fanno pop-rock. E fin qui, niente di male. Se non fosse che il loro pop-rock è terribilmente piatto e banale. Eppure, il curriculum della band è piuttosto interessante. Nata a Torino dall’incontro di Stefano Ferrari (chitarra e voce), Valeria Falovo (basso e cori) e Diego Mirenghi (batteria), la formazione ha vinto nel 2004 “Resistenza Elettrica” (suonando, in quell’occasione, persino con gli Yo Yo Mundi); due anni più tardi ha partecipato al “Revolver Festival”, dividendo il palco con Le Man Avec Les Lunettes; nel 2006, dopo l’uscita dell’EP autoprodotto “La Danza di Jerzy”, i quattro hanno aperto, tra gli altri, i concerti di Meganoidi e Marco Notari, senza dimenticare la partecipazione ad alcune interessanti compilation (“Revolver 2007”, “La Torino Sotteranea 3”) ed un’intensa attività live. Nonostante ciò, “Scopri Cosa C’è di Male” (che segue un’altro EP a tiratura limitata, “Diventa Noesìa”, con cui i ragazzi “celebravano” il cambio di nome – da Noisìa a Noesìa) è un lavoro mediocre, una raccolta di canzoni scialbe, accattivanti, ruvide e romantiche quanto le hit di Laura Pausini. Inutile la partecipazione di Marco Notari al fender rhodes e alla produzione artistica in Verlaine.

Voto: 4

Link correlati:Libellula Records Home Page