The Right Moves ‘The End Of The Empire’

(Ultramarine Records 2009)

Ninni Morgia (chitarrista, in passato attivo nei La Otracina e nei White Tornado), Kevin SheaTalibam!People, nonchè, tra le altre cose, ex Storm & Stress) e Stuart Popejoy (bassista del combo prog-metal Bassoon) sono i The Right Moves, formazione dedita ad un impro-psych rock di pregevole fattura.
Orfani del trombettista Peter Evans, i tre hanno confezionato un album contrassegnato da dilatazioni psichedeliche, dissonanze e feroci cacofonie di matrice improv. Le otto tracce che lo compongono sono dominate soprattutto dal drumming ossessivo di Shea (When We Were Americans), che indulge talvolta persino in passaggi tribali (Cleaning Up The Desk), e dal sapiente lavoro chitarristico di Morgia, capace tanto di inanellare sequenze trasognate di accordi di chitarra (la prima parte di Meet You At The Black Sands), quanto di lanciarsi in abrasive sfuriate noise (Yes, They Can).
Un album ostico ma di gran classe, che evita le trappole ed i cliché del genere ed impone definitivamente i The Right Moves tra i massimi protagonisti della scena neo-psichedelica.

Voto: 8

Link correlati:The Right Moves MySpace Page