Deep End ‘Tsunami’

(Love Boat/GoodFellas 2001)

Tsunami, oltre ad essere il nome della famosa indie band americana, capitanata da Jemmy Toomey e Kristin Thomson, in giapponese sta ad indicare un‘onda anomala, un vortice, un cavallone mastodontico….per questo i tre piemontesi Andrea, Lolli e Umberto hanno scelto, capovolgendo maliziosamente le parti, di intitolare la loro formazione.

Opps…spieghiamoci meglio.
“Tsunami” è il titolo di questo ep uscito per la ‘Love Boat’ di Andrea Pomini ed i fautori si sono presentati sotto le spoglie di Deep End (album passato della band di Arlinghton)…in conclusione oltre a sprigionare la devozione per i suddetti, coagulano in 14 minuti di musica, tutto l’anomalo che è ruotato negli ultimi anni nel rock (Slint, Don Caballero & Co.). Anche se, nelle dovute presentazioni, i propri riferimenti vanno a June Of 44 e Karate con un trait d’union che si presenta in: un suono dinamico e sognante…tagliente generato da continui intrecci di chitarra retti da una solida batteria.

Sotto e fuggi chitarristici psych si crogiolano su rullanti elastici, controtempi non violenti aprono in You Wash, I’ll Dry.
Il gioco è fatto…Niece Walker, ma specialmente la suite in Match Lighter sfianca il loro passato nei ranghi del hardcore con i Burning Defeat. Anche se viene facile balbettare la parolina Post, il pop si forma in progress plasmando la materia a suo piacimento.
Tutto è godibile, piacevole da far girare la manopola del volume verso su, quindi un full lenght sarebbe stato maggiormente gradito…solo che si sa: i sacrifici non sono pochi.

Voto: 7

Link correlati:Love Boat Records & Button