Uscite Video Agosto

Velocissima panoramica politically incorrect su alcuni supporti magnetici pre-insabbiature: per otaku feriali.

ACQUA TIEPIDA SOTTO UN PONTE ROSSO Praticamente il bidet di una donna col marchese. Scusate, troppo greve, non si può iniziare così. Comunque scòpano. Sotto il ponte rosso e con l’acqua tiepida. Da provare. Cinesata della Bim che non ha visto nessuno.

AZZARDO MORTALE Che sarebbe quello di noleggiare la cassetta. La pigli e muori. Mai sentito.

BENZINA A qualcuno è piaciuto. Anzi, a qualcuna, perché parla di lesbiche. Regina Orioli lesbica. E chi ci crede? Solo io non me la sono trombata!

BLEK GIEK Poverata della Nexo uscita al cinema per grazia ricevuta e distribuita in cassetta (e dvd !) dalla Eagle che ultimamente ha soldi da buttare. Riporto la trama: il malvivente Scellerone ha bisogno di un cuore nuovo, ma il donatore manca e i suoi tirapiedi dovranno cercarlo tra le persone più improponibili. Può bastare?

BRIAN’S SONG La storia dell’amicizia tra un giocatore di futbol e un coglionazzo affetto da una malattia letale, la stessa che augurerei al regista di questo lacrima-movie penoso e ai dipendenti della Columbia Home Video. Inedito.

COLPO GROSSO AL DRAGO ROSSO Conosciuto (poco) anche con il titolo Rush Hour 2, che avrebbe dovuto attirare gente in sala in ricordo del primo film. Ricordo solo Roma tappezzata di orrendi manifesti blu con la faccia di quell’idiota di Jackie Chan, che sembra il cameriere del “Drago Rosso”, il ristorante cinese della Tiburtina. Quello si che è famoso. Fanculo.

CROSSROADS Giudicato il film più brutto dell’anno, assieme a quello di Mariah Carey. Qui c’è Britney Spears, divetta per pedofili che non sa né cantare né recitare. Alla larga.

FRAMED Mafia movie inedito dal cast interessante: i redivivi Rob Lowe e Sam Neil. Proposto (guarda un po’) dalla Eagle.

HARD CASH  Uscito al cinema solo a Milano. Cazzo! Ma c’è Van Damme. E ‘sti cazzi.

L’INTRIGO DELLA COLLANA Secondo titolo di punta dell’estate cassettara, questo filmone warner passato al cinema totalmente inosservato, ma che meriterebbe almeno una visione (per amanti del cinema in costume). Vicenda (vera) collegata a una collana che coinvolse la contessa De La Motte e la regina Maria Antonietta prima della Rivoluzione Francese. Con la bona Hilary Swank, famosa solo per “Boys don’t cry”.

IRREVERSIBLE Lo scandalo di Cannes: Monica Bellucci che viene stuprata per 8 minuti. Oppure: escamotage per far vedere per otto minuti il culo della Bellucci. Fate voi, è un bel culo, ma se potessi stuprare la Bellucci (sempre che non ci stia…) altro che 8 minuti… A me è piaciuto, anche se ha poco senso.

K-PAX Kevin Spacey che fa l’alieno è come Franco Citti che fa il playboy. C’è anche quel che resta di Jeff Bridges, che dopo “Il grande Lebowski” non ne azzeccato più uno. Lasciate perdere, anche se c’è chi ha detto che è un bel film. Chi? Il regista?

MI CHIAMO SAM E a noi? Solito film per donne della sempre bona Michelle Pfeiffer strappalacrime. E strappapalle pure. Per animi sensibili e romantici.

IL MIRACOLO DELLE CARTOLINE Non fatemi dire ulteriori parolacce. Se ve lo noleggiate, vincete un week-end con il figlio spastico del regista.

MULHOLLAND DRIVE Decisamente il titolo di punta dei cinefili per questa estate, anche se i profani come me ne resteranno sicuramente alla larga in quanto si tratta di una davidlynciata doc, dalla trama inenarrabile e dal significato oscuro (do you know “Strade perdute”? A me è bastato e avanzato!). Però l’inedita biondona Naomi Watts è notevole, mentre la mora Laura Harring sembra la gioconda dopo una cura al cortisone. Giudicatelo voi, io alzo le mani. Ah, dura la “bellezza” di due ore e venti e c’è pure Robert Forster (e chi se lo ricorda?).

NATI STANCHI Ci sono amanti in giro di Ficarra & Picone? Di chi? Appunto. Non aggiungo altro. Dico solo che a Roma ha fatto due – dico due – passaggi e che è girato (ovviamente) in Sicilia. Strano, il film fa acqua da tutte le parti…

IL SIGNORE DEGLI ANELLI Sta arrivando! Il kolossal-polpettone campione di incassi che hanno visto tutti tranne me sarà in videoteca dal 28 agosto. Ne riparleremo, ovviamente male, a settembre.

TRE MOGLI Marco Risi che torna al cinema con questa storiella romantico-poverona. Eppure Risi jr. aveva un curriculum di rispetto. Al cinema é andato anche benino, forse per qualche tetta sparsa qua e là. Per amanti della (nuova) commedia italiana.

VIDEO VOYEUR No, ahimè, non è un porno, ma una storia (vera) che narra la mania di un vicino di casa che spia i movimenti dei suoi dirimpettai. Arriva Rodotà e gli rompe il culo. Inedito della Columbia.

LA VITA COME MALATTIA SESSUALMENTE TRASMESSA Fiore all’occhiello della Emik, l’etichetta d’essai della Mikado (le cui uscite costano un occhio della testa). Questo, che non è una ristampa con John Holmes, è un filmone (inedito) che parla del suicidio assistito e dell’eutanasia, raccontato nientepopòdimeno che da Krzysztof Zanussi, che non è quello degli elettrodomestici, ma un insigne regista conterraneo di Sua Santità. Non me lo vedrei nemmeno se ci fosse Angelina Jolie nuda per mezzo film. Ho esagerato: me lo vedrei due volte. Ah, è in lingua originale sottotitolato in italiano. Allora Angelina può anche rivestirsi.

P.S.: gli uffici stampa delle agenzie distributrici sono quasi tutte a mezzo servizio: non ci sono notizie riguardo le uscite (comunque poche) di agosto della Medusa, della Fox, della Buena Vista e di Cecchi Gori. Per “film di agosto” si intendono le videocassette distribuite dal 1° al 24 agosto. Quelle che usciranno dal 26 agosto in poi, verranno recensite a Settembre.

G.N. Milian