Tucano ‘Cold Cold’

(Bloody Sound Fucktory/Jus De Balles Records 2014)

Tucano: ovvero i Cabaret Voltaire della fine del 2013 (confronta la rossa Mecca di Surprised), che spandono a piene mani litanie malate (Trans Ex Autocontrol), dal Belgio con furore (ma anche no: sempre medioriente nella più calma I.D.B.P.).
David Starr è colui che smanetta sintetizzatori e chitarre e canta marziale (cfr. Cazio) e ieratico (Must Be Love, assieme a un monologante africano): da segnalare la post produzione di Mattia Coletti allo Zeno Studio Mobile.
Se amate la “cold wave”, fanno per voi: per contatti tucanoamico@gmail.com

Voto: 6

Link correlati:Bloody Sound Fucktory Records Home Page