Necromid ‘The Sleep Of The Reason’

(Uk Division Records/Extreme Agency/Alkemist Fanatix Europe/Andromeda Distribuzione 2009)

Arrivano addirittura accompagnati per la manina da due distro, la Alkemist e la Extreme, i Necromid, band formatasi nel lontano 2003 e arrivata solo di recente a un full length, dopo un primo demo prodotto nel 2005 presso gli Ithil World studio di Imperia. L’album di cui parliamo in questa sede è uno di quei in casi in cui la difficoltà di trovare elementi di nota di cui poter scrivere.
Si tratta dell’ennesima band ‘swedish metal’, con riff tipo At The Gates, voce scardinata, doppio pedale… ma stavolta davvero, neanche una traccia di originalità che possa far risaltare. In pratica, dopo le prime due canzoni potete anche smettere di ascoltare, visto che la traccia rimarrà esattamente quella per tutto il resto di The sleep Of (the?!?) Reason. Il gruppo difetta completamente di dinamiche che possano rendere l’ascolto interessante a chi abbià già sentito un qualsiasi lavoro del genere.
Ci si mette pure di mezzo una produzione davvero fastidiosa, che spesso annega i vocalizzi in un mare di chitarre obnublianti e tratta gli acuti come spigoli che vi massaggiano i timpani come stalattiti.
Sopracciglio molto alzato invece per Remember The Day, momento molto più tranquillo ed emotivo, in cui un testo discretamente ridicolo (“diyng [sic] for a why”) viene servito da un tappeto musicale, stranamente, molto più piacevole del resto.
Rimane un album certamente non brutto, ma che lascia sensazioni decisamente non positive; se bisogna arrivare all’ultima traccia, una cover di Elvis Presley oltretutto, per tirare una boccata d’aria… direi che c’è qualcosa che non va. Per il momento, rimandati.

Voto: 5

Link correlati:Alkemist Fanatix Europe Home Page