Thee Jones Bones ‘Electric babyland’

(Il Verso del Cinghiale 2010)

Con una copertina ed un titolo che sono un chiarissimo omaggio al disco migliore di Jimi Hendrix, vale a dire “Electric Ladyland”, il duo rock’n’roll Thee Jones Bones, pubblica il secondo lavoro, confermando la sua matrice profondamente rock’n’roll, sulla via segnata nella prima metà dello scorso decennio dalla Jon Spencer Blues Explosion.
Tuttavia, il messaggio che trasmette questo duo (Luca Ducoli: chitarra e voce, Michele Federici: batteria e voce) non si limita al puro rock’n’roll d’impatto e velocissimo, con il taglio punk, come vuole la migliore tradizione punk-blues, in particolare in Holly holly e Say hey, say ho!, ma spazia dal bellissimo omaggio al primo Lou Reed solista in Nico’s banana, fino a Wrong way, nella quale il duo mette insieme i Clash con Johnny Cash. Non scordiamoci poi di Hangin’round, nella quale le melodie non sono tanto distanti da quelle cui ci hanno abituato Mike Ness ed i suoi Social Distorsion.
“Electric babyland” è un disco da godersi senza farsi troppe domande, ma con la sola voglia di ascoltare del puro rock’n’roll.

Voto: 8

Link correlati:Il verso del cinghiale Home Page